Coronavirus: appello per sostenere l'ospedale di Leonforte :ilSicilia.it
Enna

In provincia di Enna

Coronavirus: appello per sostenere l’ospedale di Leonforte

21 Marzo 2020

L’emergenza sanitaria innescata da un nemico invisibile, il COVID 19, rende necessarie misure straordinarie di solidarietà. Il vicesindaco di Leonforte, in provincia di Enna, lancia un appello per una donazione a favore dell’Ospedale della città: “Emergenza Coronavirus Sosteniamo Ospedale Leonforte“.

Il sindaco di Leonforte Carmelo Barbera, il vicesindaco Nino Ginardi, le forze dell’ordine, la protezione civile e i medici sono in prima linea, purtroppo, senza armi con cui combattere.

“Come vice sindaco, consigliere di Anci Sicilia giovani amministratori, responsabile del comitato Amministratori Regione Siciliana, ma soprattutto come cittadino, faccio appello a tutti i fratelli italiani per una donazione a favore dell’Ospedale di Leonforte, avviata su gofound dai miei amici medici Salvo Campione e Francesco Leonforte già prima che scoppiasse la crisi. Oggi, purtroppo, abbiamo tre dipendenti comunali ricoverati in gravi condizioni e decine di persone in quarantena“. Afferma Nino Ginardi.

La struttura dell’Ospedale di Leonforte – spiega il vicesindaco- farebbe invidia ad una clinica svizzera ma per insane e scellerate scelte passate, riconducibili ad ogni parte politica, è stato nel tempo depotenziato di attrezzature e personale medico ed è attualmente presidiato soltanto da pochi eroi medici e infermieri che hanno dato se stessi e stanno dando tutto ciò che hanno, a rischio dell’incolumità personale“.

C’è urgente bisogno di soldi per comprare attrezzature di primo soccorso, dispositivi di protezione, ventilatori polmonari sottolinea Ginardi -, in attesa che il Governo Regionale e Nazionale si decidano ad allestire posti letto anche per altre patologie, le quali, ricordo, non sono di certo scomparse e che per forza di cose sono state messe da parte”.

Il Coronavirus ha fatto e farà morti diretti e indiretti per il ritardo e il differimento delle cure a coloro che soffrono altre patologie. Non possiamo fare altro che stringerci a corte e manifestare solidarietà, quale unico popolo d’Italia – evidenzia il vicesindaco -.Faccio appello alle vostre sensibilità e vi invito a donare, perché la situazione è veramente drammatica e dobbiamo agire subito. Sono certo che non farete mancare il vostro appoggio in questo momento di estrema difficoltà per una comunità dell’entroterra bistrattata. Peraltro, il presidio sanitario di Leonforte serve le comunità di Assoro, Agira, Nissoria, Regalbuto, quindi un’area estesa di circa 25.000 abitanti”.

Nell’impotenza di fare diminuire i contagi – conclude Ginardi -, affidando a Dio le sorti del suo popolo, possiamo solo agire affinché i contagiati possano ricevere un minimo di assistenza e possano avere un’opportunità di guarigione. Grazie per ciò che farete”.

 

© Riproduzione Riservata
Tag:
Wanted
di Ludovico Gippetto

L’archeologia del “Do not cross” come tutela

Rubare nei siti archeologici è gravissimo. Un argomento molto caro all’archeologo Sebastiano Tusa, fermo sostenitore del principio del "Do not cross". Dove gli oggetti antichi vanno guardati ma non decontestualizzati rispetto all’ambiente di provenienza.
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Magistratura e politica

Dal blog "Segreti e non misteri", Alberto Di Pisa riflette sul difficile rapporto fra magistratura e politica, in uno sistema di diritto come quello italiano.
CapitaleMessina
di Gianfranco Salmeri

Dopo la pandemia non sarà mai come prima

Dopo una crisi così devastante come quella che stiamo superando, le cose non potranno tornare mai come prima, e non è neanche bene che ciò avvenga. Una riflessione sulla fase 2 dell'emergenza coronavirus di Gianfranco Salmeri.