Coronavirus, Azione Palermo: "Serve liquidità ai Comuni, altrimenti solo propaganda" :ilSicilia.it
Palermo

LE PAROLE DEI REFERENTI PROVINCIALI

Coronavirus, Azione Palermo: “Serve liquidità ai Comuni, altrimenti solo propaganda”

di
7 Aprile 2020

I referenti di Palermo del movimento politico “Azione“, capitanato a livello nazionale dall’ex ministro Carlo Calenda, chiedono maggiori risorse in favore dei comuni. L’obiettivo è quello di affrontare nel miglior modo possibile le sfide proposte dalla crisi economica generata dall’emergenza coronavirus.

Nella speranza di poter finalmente approcciare la fase della ricostruzione sociale ed economica della Nazione – aggrappati a ricercatori, medici e infermieri, per la cura ed il contenimento – siamo chiamati adesso a disegnare strategie per la ripartenza, che pongano prioritariamente al centro gli Enti Locali“, sottolineano i rappresentanti di Azione.

Gli amministratori di prossimità possono sì garantire immediatezza ed efficacia di intervento – puntando sulla loro maggiore consapevolezza delle necessità di Famiglie e Imprese – ma solo se dotati con prontezza di adeguati strumenti finanziari nel quadro di una normativa snella e con procedure agili“.

Alla doverosa sospensione degli obblighi tributari va affiancata una necessaria apertura di liquidità per i Comuni (anche col contributo prezioso di Cassa Depositi e Prestiti) e, soprattutto, una seria e mirata revisione delle rigidità di Bilancio (si pensi ad esempio alla composizione del Fondo Crediti di dubbia esigibilità e alla decurtazione degli interessi sulle anticipazioni di Tesoreria) e della disciplina degli appalti“, chiariscono i referenti.

Sul piano regionale, il percorso di valorizzazione delle risorse comunitarie, pur avviato dalla Giunta Musumeci, rischia di esaurirsi in un mero annuncio (ingenerando vane attese nella popolazione), se non accompagnato non soltanto ad una specifica disciplina che deroghi al TUEL ma anche ad una vera elasticità nella destinazione delle risorse: due interventi che permetterebbero ai Sindaci di operare con tempestività, diversificando i settori e le tipologie di trattamento“.

Il nostro grande Paese ferito ha capito di non aver bisogno di uomini forti, ma di mani sapienti e spalle larghe, cui affidare questi anni difficili. Parafrasando Churchill e Al Gore, “siamo entrati nell’epoca in cui ogni azione genera conseguenze”“, chiosano i delegati di Azione.

© Riproduzione Riservata
Tag:
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Mafia e antimafia

Dovendo parlare di mafia ed antimafia non si può non andare con la mente al 10 gennaio 1987 allorquando Leonardo Sciascia rilasciò una intervista al Corriere della Sera parlando di professionisti dell’antimafia
Wanted
di Ludovico Gippetto

L’archeologia del “Do not cross” come tutela

Rubare nei siti archeologici è gravissimo. Un argomento molto caro all’archeologo Sebastiano Tusa, fermo sostenitore del principio del "Do not cross". Dove gli oggetti antichi vanno guardati ma non decontestualizzati rispetto all’ambiente di provenienza.
CapitaleMessina
di Gianfranco Salmeri

Dopo la pandemia non sarà mai come prima

Dopo una crisi così devastante come quella che stiamo superando, le cose non potranno tornare mai come prima, e non è neanche bene che ciò avvenga. Una riflessione sulla fase 2 dell'emergenza coronavirus di Gianfranco Salmeri.