Coronavirus, conto salato per il calcio italiano: "Un terzo delle società rischia di sparire" :ilSicilia.it

LE PAROLE DI COSIMO SIBILIA

Coronavirus, conto salato per il calcio italiano: “Un terzo delle società rischia di sparire”

di
27 Marzo 2020

Un terzo del calcio italiano rischia di sparire a causa dell’emergenza Coronavirus. A dichiararlo è Cosimo Sibilia, presidente della Lega Nazionale Dilettanti.

C’è contezza di quante società rischiano di scomparire sia in ambito dilettantistico e sia in ambito professionistico? La nostra analisi, presentata alla FIGC, ritiene credibile che si possa arrivare anche al 30% di società in meno. Una vera catastrofe, sotto tutti i punti di vista“, ha dichiarato il leader della LND ai microfoni di TuttoC.

Cosimo Sibilia

UN QUADRO DRAMMATICO

Un quadro non certo rassicurante, ma sicuramente realistico. Il tessuto economico del pallone nostrano viene da anni di crisi, fra retrocessioni forzate, ripescaggi e penalizzazioni per mancati adempimenti. Con i campionati fermi e con il concreto rischio di finire in piena estate o, peggio ancora, di non terminare la stagione affatto, le società sportive nazionali vivono un limbo dipinto di crisi e paure.

Più si scende di categoria, più la situazione diventa drammatica. Non avendo appeal sotto il profilo delle pay-tv, le squadre minori sono quasi completamente dipendenti da sponsor, plusvalenze e botteghini.

Con i campionati fermi e con il mercato che aprirà soltanto il 1 luglio, è chiaro che anche i partner commerciali diventano chiave. Ma, a seguito dell’emergenza Covid-19, le aziende del mass market non godono di quella visibilità preventivata ad inizio stagione e quindi vi è il rischio concreto che si possa procedere a rimodulazione delle cifre o, nei casi peggiori, a risoluzione unilaterale del contratto.

Un problema che non è di certo isolato. Bisognerà prestare particolare attenzione anche al caso dei dilettanti, i quali ovviamente non godono delle stesse tutele dei loro colleghi professionisti. Un problema che riguarda tutti gli sport, soprattutto in ambito femminile.

Insomma, il Coronavirus rischia di dare la spallata finale a quel gigante di argilla che porta il nome di calcio italiano.

© Riproduzione Riservata
Tag:
Epruno - Il meglio della vita
di Renzo Botindari

“È arrivato Zampanò!”

Non posso non constatare che da qualche anno si è dichiarato guerra alla strada. Io sono cresciuto per strada, ho giocato sui marciapiedi, e a pallone per strada perché di certo non sapevo che cosa fosse un campo in erba...
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Mafia e antimafia

Dovendo parlare di mafia ed antimafia non si può non andare con la mente al 10 gennaio 1987 allorquando Leonardo Sciascia rilasciò una intervista al Corriere della Sera parlando di professionisti dell’antimafia
CapitaleMessina
di Gianfranco Salmeri

Dopo la pandemia non sarà mai come prima

Dopo una crisi così devastante come quella che stiamo superando, le cose non potranno tornare mai come prima, e non è neanche bene che ciò avvenga. Una riflessione sulla fase 2 dell'emergenza coronavirus di Gianfranco Salmeri.