Coronavirus, crolla l'economia siciliana: fatturati in picchiata fino al 20% :ilSicilia.it

Lo studio del CERVED

Coronavirus, crolla l’economia siciliana: fatturati in picchiata fino al 20%

di
3 Aprile 2020

Sono sempre più nere le prospettive per l’economia regionale a causa dell’emergenza Coronavirus che ha visto la chiusura obbligata della stragrande maggioranza delle attività dell’Isola. Per le imprese in Sicilia si prospetta una ecatombe, con perdite di fatturato stimate tra i 5,1 e i 10,5 miliardi di euro.

Lo scenario a tinte fosche, per usare un eufemismo, è quello dipinto da uno studio del Cerved, al quale il dipartimento dell’Economia della Regione si è affidato per la pianificazione degli interventi economico-finanziari per fronteggiare la grave crisi causata dall’emergenza Covid-19.

Le ipotesi tenute in considerazione dal Cerved sono due, quella base e quella pessimistica, basate sull’orizzonte temporale della crisi in atto. Se l’emergenza dovesse terminare a maggio, le perdite per il sistema produttivo sarebbero del 9,6%, con un calo di fatturato di 5,1 miliardi; nell’ipotesi peggiore, con l’emergenza fino a dicembre, la contrazione arriverebbe al 19,7% con un crollo del fatturato di 10 miliardi e mezzo.

Secondo lo studio, le attività che subiranno le maggiori ripercussioni sono il settore alberghiero e quello delle agenzie di viaggio: nel primo caso le perdite vengono stimate tra il 37,5% e il 73,3%, nel secondo tra il 35,5 e il 68,8%. “Questo scenario induce a riflettere sulla necessità di programmare iniziative di carattere finanziario economico più forti ed integrate a livello regionale”, si legge nel rapporto dell’assessorato all’Economia.

Il settore turistico, come detto, sarà quello che subirà i danni più ingenti, come preconizza anche un altro studio realizzato dal servizio statistica ed analisi economica della Regione siciliana, a inizio marzo. In questo caso si è  stimato che, limitatamente al periodo febbraio-maggio di quest’anno, in Sicilia la riduzione delle presenze turistiche genererà una perdita economica sul valore aggiunto di oltre 700 milioni di euro, pari all’11,4% dei consumi turistici del 2019, con la perdita di 13.600 posti di lavoro.

© Riproduzione Riservata
Tag:
Blog
di Renzo Botindari

Se non mi mancate per nulla ci sarà un motivo?

Siamo partiti dal “fratelli d’Italia” cantato in coro alle ore 18.00 dai nostri balconi, per giungere oggi al vaffa al vicino di casa non appena si affaccia nel balcone accanto al vostro
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Buona Pasqua

L’Augurio che sicuramente in cuor loro i siciliani si fanno, in occasione di queste festività, è che questa sia l’ultima Pasqua da reclusi e che la prossima si potrà finalmente passeggiare liberamente, ritrovando il gusto dello stare insieme, di rafforzare sentimenti di amicizia, di socialità e di solidarietà
Alpha Tauri
di Manlio Orobello

“Il Paradiso perduto“

Scendeva il crepuscolo mentre l’aereo si accingeva ad atterrare a Punta Raisi. La costa fra Carini e Capo Rama appariva già punteggiata dalle luci dei paesi e delle innumerevoli abitazioni che la costellano e che si riflettevano sempre di più nella cerchia dei monti, man mano che la luce del sole tendeva a scomparire.
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin