Coronavirus, De Luca: "Solidali sì, cretini no. Segnalate chi non rispetta le regole" :ilSicilia.it
Messina

appello del sindaco di Messina

Coronavirus, De Luca: “Solidali sì, cretini no. Segnalare chi non rispetta le regole”

di
9 Marzo 2020

“Segnalateci i soggetti che non rispettano le regole di contrasto del Coronavirus. Solidali sì, cretini no. Non solo sanzioni e arresto ma anche pubblico sputtanamento per chi trasgredisce le regole”. L’appello ai cittadini ma anche il duro monito a chi è rientrato o sta rientrando dal Nord arriva dal sindaco di Messina, Cateno De Luca. Il primo cittadino invita a rispettare le disposizioni del governo, l’ordinanza della presidenza della Regione e le disposizioni del Comune per prevenire il contagio da Covid-19.

“Contattate il Centro operativo comunale di Protezione civile (090- 22866; protezionecivile@comune.messina.it)”, evidenzia De Luca, che poi rende nota una eloquente segnalazione giunta a Palazzo Zanca. “Ci stanno arrivando molti messaggi del genere: Gentile assessore Musolino, le scrivo in privato per la delicatezza di ciò che sto per chiederle. Io sono una messinese che per 40 anni è vissuta a …… (città del Nord) e adesso in pensione ha deciso di ritornare a Messina. Sono molto spaventata perché ho 76 anni, sono sola e con una grave patologia cardiaca. Purtroppo, al di là delle giuste raccomandazioni qui la gente fa come le pare, e i controlli o le sanzioni sono quasi inesistenti. Il suo appello fa contrasto con tutte le persone che io conosco e che sono rientrate da varie città del nord che ricadono nella zona rossa e vivono tranquillamente in città senza alcuna precauzione. Primi tra tutti i miei vicini. Cosa si può fare? Si può segnalare mantenendo l’anonimato per non rendersi la vita impossibile? So che non è bello ma non lo è neanche mettere a rischio la vita di tutti. Inoltre vorrei chiedere se il Comune ha pensato di prevedere un aiuto per tutti gli anziani come me”.

© Riproduzione Riservata
Tag:
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Cosa succederà dopo Orlando?

Un articolo di Maurizio Zoppi per IlSicilia.it ha sollevato un problema molto importante per la città di Palermo. Chi sarà il successore di Orlando e, soprattutto, che succederà dopo Orlando?
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Mafia e antimafia

Dovendo parlare di mafia ed antimafia non si può non andare con la mente al 10 gennaio 1987 allorquando Leonardo Sciascia rilasciò una intervista al Corriere della Sera parlando di professionisti dell’antimafia
Wanted
di Ludovico Gippetto

L’archeologia del “Do not cross” come tutela

Rubare nei siti archeologici è gravissimo. Un argomento molto caro all’archeologo Sebastiano Tusa, fermo sostenitore del principio del "Do not cross". Dove gli oggetti antichi vanno guardati ma non decontestualizzati rispetto all’ambiente di provenienza.
CapitaleMessina
di Gianfranco Salmeri

Dopo la pandemia non sarà mai come prima

Dopo una crisi così devastante come quella che stiamo superando, le cose non potranno tornare mai come prima, e non è neanche bene che ciò avvenga. Una riflessione sulla fase 2 dell'emergenza coronavirus di Gianfranco Salmeri.