Coronavirus, Diventerà Bellissima all'Ars: "Sostegni concreti alle imprese siciliane" | ilSicilia.it :ilSicilia.it

chiedono un immediato intervento

Coronavirus, Diventerà Bellissima all’Ars: “Sostegni concreti alle imprese siciliane”

di
1 Aprile 2020

In questo momento di crisi nera per le imprese siciliane, è necessario che la Regione faccia un decisivo passo in avanti per andare a sostenere gli imprenditori e tutti quei soggetti che a causa del blocco forzato delle maggior parte delle attività economiche dell’Isola in questo momento non hanno liquidità. Un passo che sia più decisivo rispetto alle misure del governo nazionale che, a ben guardare, in alcuni casi sembrano dei pannicelli caldi che non risolvono i problemi e le criticità.

Va in questa direzione un ordine del giorno presentato all’Ars dal Gruppo di Diventerà Bellissima e firmato dal capogruppo Alessandro Aricò e dai deputati Giusy Savarino, Giorgio Assenza, Pino Galluzzo e Giuseppe Zitelli.

Affidamenti straordinari e temporanei alle imprese da parte delle banche, una moratoria fino al 30 settembre 2020 per i protesti, il differimento al 31 luglio dei termini di scadenza per i progetti finanziati con Fondi europei. Ed ancora: una task force regionale per accelerare ulteriormente la spesa dei fondi comunitari, misure di sostegno per le agenzie di viaggio e voucher della Regione per rimborsare 80 euro sui biglietti aerei per il 2020 e il 2021.

Sono alcune delle misure previste dall’ordine del giorno, nel quale si sollecita anche un intervento a sostegno di Riscossione Sicilia– i cui dipendenti rischiano di non percepire i prossimi stipendi- una verifica sui motivi del mancato pagamento degli stipendi dell’Istituto sperimentale Zootecnico per la Sicilia e misure di sostegno alle Associazioni sportive sui contributi delle legge regionale n. 8/78.

Alessandro Aricò
Alessandro Aricò

Durante il suo intervento all’Ars, il capogruppo Alessandro Aricò ha premesso: “‘Ho tre negozi e mi ritrovo con venti euro in tasca’ – ecco cosa ha detto in un’intervista un commerciante palermitano, denunciando il mancato sostegno delle banche -.”Questa situazione è una vergogna, tutti insieme dobbiamo intervenire per aiutare imprenditori e famiglie. Nello Musumeci per primo lanciò l’allarme, sia dal punto di vista sanitario che da quello economico. Fu da più parti criticato, purtroppo i fatti gli stanno dando ragione. Qui in Sicilia il governo regionale, gli assessorati guidati da Razza e Armao, la Protezione Civile, gli operatori sanitari, tutti insieme stanno facendo un buon lavoro, seppur nelle difficoltà che un’emergenza di questo tipo comporta. Guai ad abbassare la guardia, si deve rimanere a casa ben oltre il 14 aprile”.

L’Odg di DiventeràBellissima impegna anche il governo regionale a supportare i soggetti beneficiari del PO FESR 2014/2020 per evitare carenze di liquidità e ricadute occupazionali ed a preservare l’allocazione regionale delle risorse del Fondo Europeo di Sviluppo Regionale, del Fondo Sociale Europeo e FEAPM, dei programmi complementari e del Fondo Sviluppo e Coesione. Sollecitate da Db anche l’attivazione- tramite l’IRFIS FinSicilia- di misure celeri per concedere prestiti a breve termine a liberi professionisti, artigiani, ambulanti e al settore dei trasporti.

Richiesti, inoltre, un sostegno all’editoria attraverso, ad esempio, la pubblicità istituzionale, una moratoria (o sospensione o dilazione) del pagamento di tributi e multe per gli imprenditori con debiti nei confronti della pubblica amministrazione ed interventi per eliminare gli arretrati di settori nevralgici dell’Amministrazione regionale (come le valutazioni ambientali e di piani territoriali e le revisioni dei piani paesistici).

© Riproduzione Riservata
Tag:

Fuori dal coro

di Pietro Busetta

Caro ministro Carfagna, dove lo trova tutto questo ottimismo?

Cara ministra Mara Carfagna, purtroppo il suo ottimismo non è condivisibile! Lei saprà, spero, le dimensioni delle problematiche siciliane! Lei sa che in Sicilia mancano un milione di posti di lavoro per arrivare al rapporto popolazione occupati dell’Emilia Romagna! E che quindi continueremo a perdere ogni anno 25.000 persone che non troveranno lavoro e che dovranno emigrare?

Wanted

di Ludovico Gambino

Giorgio Armani veste il David di Michelangelo per Dubai

La scultura, quella vera, è uno degli emblemi del nostro Rinascimento nonché simbolo dell'Italia nel mondo, originariamente collocata in Piazza della Signoria, per rappresentare la Repubblica fiorentina vigile e vittoriosa contro i nemici. L'opera, alta oltre cinque metri per cinque tonnellate di marmo di Carrara, ritrae l'eroe biblico nel momento in cui si appresta ad affrontare Golia, come ci racconta l’Antico Testamento.

Rosso di sera

di Elio Sanfilippo

La Sicilia e la Resistenza

La Sicilia non ebbe modo di partecipare alla fase finale che determinò la caduta del Fascismo. Essa rimarrà estranea agli avvenimenti del 25 luglio e dell’8 settembre segnati dalle dimissioni di Mussolini, dalla fine dell’alleanza con la Germania di Hitler dopo l’armistizio firmato dal maresciallo Pietro Badoglio
Banner Telegram

Alpha Tauri

di Manlio Orobello

“Il Paradiso perduto“

Scendeva il crepuscolo mentre l’aereo si accingeva ad atterrare a Punta Raisi. La costa fra Carini e Capo Rama appariva già punteggiata dalle luci dei paesi e delle innumerevoli abitazioni che la costellano e che si riflettevano sempre di più nella cerchia dei monti, man mano che la luce del sole tendeva a scomparire.
Banner Ortopedia Ferranti

Segreti e non misteri

di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin
Banner Skin Deco