Coronavirus e Mes, Tardino (Lega) attacca il M5s: "Noi unici a votare no, gli italiani aspettano ancora i soldi" :ilSicilia.it

"DA PARTITO DEL VAFFA A GREGARI DEL PD"

Coronavirus e Mes, Tardino (Lega) attacca il M5s: “Noi unici a votare no, gli italiani aspettano ancora i soldi”

di
11 Aprile 2020

L’europarlamentare della Lega Annalisa Tardino, commenta duramente le parole del premier Giuseppe Conte, a proposito del Mes e dell’emergenza coronavirus.

Dopo l’attacco diretto di ieri sera del presidente Conte, che ha abusato di uno strumento eccezionale, quale la possibilità di comunicare a reti unificate, molti esponenti dei cinque stelle, evidentemente non paghi, continuano ad insultare gratuitamente la Lega“.

Un particolare appunto viene rivolto all’eurodeputato grillino Ignazio Corrao.

Da siciliana sono veramente esterrefatta dalle dichiarazioni che si leggono sul profilo del collega europarlamentare Corrao, che certo ben potrebbe distinguersi dalla massa del movimento, e per la sua ossessione contro Salvini che, così come il suo amico Giancarlo Cancelleri, definisce routinariamente ‘libero ruttatore’. Evidentemente se usano con tale facilità il termine rutto viene da pensare che sia una cosa a loro molto familiare. Altrimenti non si spiega! Da Corrao mi sarei aspettata che si occupasse di contenuti, ma è evidente che l’unica missione dei grillini sulla terra è proprio insultare, ed è così che vogliono cambiare l’Italia: da culla della cultura a culla di beceri. D’altronde basterebbe ricordarsi che tutto nacque da un ‘Vaffa’!“, sottolinea Annalisa Tardino.

Ricordo agli amici grillini che la Lega è l’unico partito ad avere votato contro il MES in Parlamento nel 2012, siamo poi stati contrari alle modifiche successive e siamo contrari oggi alla sua attivazione, semplicemente perché non vogliamo che il nostro Paese faccia la fine della Grecia. Posizione, invece, non proprio chiara nel Governo, viste le dichiarazioni di giubilo del PD post Eurogruppo“.

Ma la ‘credibilità’ dei 5 stelle è tutta appesa al ‘Mai col PD’, quel Pd di cui sono divenuti gregari, avallando la nomina di Gentiloni a Commissario europeo e di Gualtieri, relatore del Mes al Parlamento europeo nel 2011, a Ministro dell’Economia“.

Tutto ciò mentre gli italiani non hanno ancora visto arrivare 1 euro, nonostante le parole, le promesse, i decreti. Quindi forse meglio concentrarsi sugli insulti, quelli sì, per tentare di nascondere la propria incapacità congenita e quella di questo governo che, purtroppo, è sotto gli occhi di tutti”, chiosa la Tardino.

© Riproduzione Riservata
Tag:

Blog

di Renzo Botindari

La Cosa Giusta

Il mio mondo è pieno di individui che hanno preso le scorciatoie e che con la loro scarsa morale minano alla base giornalmente i nostri principi essendo esempio di una classe vincente

Rosso di sera

di Elio Sanfilippo

Fine del Referendum?

Il voto delle amministrative del 12 giugno, i suoi risultati, con l’esultanza dei vincitori e la delusione degli sconfitti con il carico di polemiche e di recriminazioni, ha messo in ombra fino alla sua rimozione

Fenomeno serie tv

di Michele Lombardo

Remake e Reboot: un fenomeno in crescita

Non è certo un fenomeno nuovo, ma negli ultimi anni con l'avvento delle piattaforme streaming e il conseguente aumento della produzione di serie tv, i remake e i reboot ( in italiano rifacimento e riavvio) sono diventati molto frequenti. La differenza tra i due termini è sostanziale:

In Primis la Sicilia

di Maurizio Scaglione

Vota e fai votare…. ma pensa con la tua testa

Vi ricordate quando, parliamo anni 60 e 70 , durante il periodo elettorale,  passavano per i quartieri le vecchie Fiat 600 con il megafono montato nel portabagagli sul tetto e gridavano con voce decisa, vota e fai votare Pinuccio Tal dei tali, per il tuo futuro , per il futuro dei tuoi figli, per il lavoro

Fuori dal coro

di Pietro Busetta

Il colpo di mano sull’autonomia differenziata

Subdolamente con un inserimento nella legge di bilancio sta passando l’autonomia differenziata. Si tratta di un collegato alla legge di bilancio fatto passare nella notte che sta riportando il tema dell’autonomia in corsa per essere approvato.