Coronavirus: evadono dalla quarantena preventiva, da Milazzo a Lipari in aliscafo :ilSicilia.it
Messina

PER LORO è SCATTATA LA DENUNCIA

Coronavirus: evadono dalla quarantena preventiva, da Milazzo a Lipari in aliscafo

di
29 Marzo 2020

Erano in quarantena preventiva nel comune di Milazzo ma, approfittando magari della bella giornata, hanno deciso di recarsi a Lipari in aliscafo.  A seguito di ciò, due persone, di cui non sono note ancora le generalità, sono state denunciate dalla polizia municipale per violazione del DPCM sull’emergenza coronavirus.

IL FATTO

I soggetti, giunti in Sicilia, erano stati posti in isolamento domiciliare in rispetto di quanto previsto dalla normativa vigente. Ma, nemmeno dopo 24 ore, i “furbetti” hanno deciso di recarsi agli imbarcaderi del comune messinese.

I soggetti sono stati intercettati immediatamente dai vigili urbani, ma hanno preteso comunque di salire sul mezzo. Dopo essere giunti sull’Isola, i due sono stati bloccati dai militarsi presenti sul posto e sottoposti a controlli. A quanto è dato sapere, le due persone coinvolte non sono positive al coronavirus.

© Riproduzione Riservata
Tag:
Epruno - Il meglio della vita
di Renzo Botindari

“Teoremi, Postulati e Dogmi”

Oggi il capo non vuole più esser messo in discussione. Una mente matematica come la mia nella sua vita si è nutrita di teoremi i quali partendo da condizioni iniziali arbitrariamente stabilite, giungono a conclusioni, dandone una dimostrazione.
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Mafia e antimafia

Dovendo parlare di mafia ed antimafia non si può non andare con la mente al 10 gennaio 1987 allorquando Leonardo Sciascia rilasciò una intervista al Corriere della Sera parlando di professionisti dell’antimafia
CapitaleMessina
di Gianfranco Salmeri

Dopo la pandemia non sarà mai come prima

Dopo una crisi così devastante come quella che stiamo superando, le cose non potranno tornare mai come prima, e non è neanche bene che ciò avvenga. Una riflessione sulla fase 2 dell'emergenza coronavirus di Gianfranco Salmeri.