Coronavirus, Ferrandelli: ''Orlando attui lo stop alla Ztl e zona blu a Palermo'' :ilSicilia.it
Palermo

la richiesta

Coronavirus, Ferrandelli: ”Orlando attui lo stop alla Ztl e zona blu a Palermo”

di
28 Ottobre 2020

“Chiedo al sindaco, senza polemica né voglia di contesa politica, di dare seguito, in questo momento di restrizioni e incertezze, alla mia mozione approvata in Consiglio comunale ad agosto scorso per stop Ztl notturna e diurna e delle zona blu fino al termine dell’emergenza“. Queste le parole di Fabrizio Ferrandelli, esponente nazionale di +Europa e capo dell’opposizione in Consiglio comunale.

Inoltre, chiedo l’attivazione urgente delle procedure di potenziamento della frequenza dei mezzi pubblici di trasporto cercando anche, dove necessario, il coinvolgimento dell’organo consiliare per velocizzare l’acquisto dei nuovi mezzi della gara aggiudicata nel 2018 e finalmente sbloccata e per l’assunzione immediata di personale interinale nell’attesa del completamento delle procedure concorsuali dei 100 autisti“.

In ultimo, – conclude Ferrandelli – chiedo di velocizzare le procedure di espletamento della sperimentazione per un anno dello sharing di monopattini. Hanno partecipato diverse società già operanti in Italia e credo che questa opportunità possa dare un ulteriore contribuito all’esigenza di mobilità in sicurezza“.

© Riproduzione Riservata
Tag:

‘La caduta, eventi e protagonisti in Sicilia: 1972-1994’: l’analisi di Calogero Pumilia

Calogero Pumilia, per oltre vent’anni deputato democristiano, nel suo “La Caduta. Eventi e protagonisti in Sicilia 1972-1994“, in libreria in questi giorni, ci offre un contributo in questo senso regalandoci una lettura dal di dentro che consente di farci scoprire come molte leggende metropolitane, spacciate per verità storica, debbano essere riviste.
Blog
di Giovanna Di Marco

Lidliota. E non è un romanzo

Ora mi chiedo come ci siamo ridotti se davvero su internet vanno a ruba le scarpe vendute alla Lidl a prezzi esorbitanti, perché pare che
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin