Coronavirus, i 4 Comuni siciliani "zona rossa" scrivono a Conte: "Servono risorse aggiuntive" :ilSicilia.it

Salemi, Troina, Agira e Villafrati

Coronavirus, i 4 Comuni siciliani “zona rossa” scrivono a Conte: “Servono risorse aggiuntive”

di
30 Aprile 2020

I quattro comuni siciliani dichiarati ‘zona rossa’ chiedono al Governo nazionale l’assegnazione di risorse aggiuntive per mitigare gli effetti economici del blocco totale delle attività imposto a causa del Coronavirus.

La richiesta arriva dai sindaci di Salemi (Trapani) Domenico Venuti, Troina e Agira (Enna) Sebastiano Venezia e Maria Gaetana Greco, e Villafrati (Palermo) Franco Agnello, che hanno inviato una lettera al presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, e ai ministri dell’Economia e per il Sud, Roberto Gualtieri e Giuseppe Provenzano.

“La grave emergenza Covid-19 ha imposto ulteriori misure più stringenti per alcuni Comuni siciliani più colpiti che con ordinanza del presidente della Regione Siciliana sono stati dichiarati ‘zona rossa’”, si legge nella missiva, inviata anche ai capigruppo di Camera e Senato.

“In questi Comuni sono state disposte la sospensione di ogni attività degli uffici pubblici, fatti salvi i servizi essenziali e di pubblica utilità, e ferree limitazioni per il transito in ingresso ed in uscita – evidenziano i sindaci -. Tutto ciò ha creato moltissimi disagi per la consegna di beni di consumo e materiali connessi ai cicli produttivi”.

Secondo i sindaci di Salemi, Troina, Agira e Villafrati queste “ulteriori misure restrittive hanno aggravato la già precaria situazione socioeconomica” con “ingenti danni al commercio, alle piccole imprese, al mondo delle professioni e all’artigianato”.

Tutto ciò “provocherà a cascata – prosegue la lettera – una notevole riduzione delle entrate tributarie, creando non poche difficoltà finanziarie ai bilanci degli enti”. Per questi motivi “e al fine di scongiurare possibili conseguenze anche nefaste per le nostre comunità – dicono Venuti, Venezia, Greco e Agnello – chiediamo che nel prossimo decreto relativo ai trasferimenti aggiuntivi agli enti locali per l’emergenza Covid-19 venga inserita una riserva aggiuntiva per i Comuni italiani più colpiti e dichiarati ‘zona rossa’”.

“Quando la messa in sicurezza sotto il profilo sanitario sarà conclusa tutti guarderanno alla ripresa economica e lo stesso intendono fare le nostre città”, aggiungono i quattro sindaci spiegando il significato della lettera.

Salemi, Troina, Agira e Villafrati chiedono di potere guardare con fiducia al futuro come tutti gli altri comuni italiani dichiarati ‘zona rossa’concludono – ma il cammino sarà lungo e difficile, per questo chiediamo che lo Stato sia accanto alle nostre comunità con un piano strutturato di interventi aggiuntivi che possa riportare tutti sulla stessa linea di ri-partenza e ridare la certezza di un futuro migliore”.

© Riproduzione Riservata
Tag:
Alpha Tauri
di Manlio Orobello

Vaccini, basta chiacchiere!

La consueta girandola dei colori delle regioni italiane colpisce ancora. Sembra di guardare dentro un caleidoscopio nel quale le forme ed i colori cambiano ad ogni movimento dell’oggetto

In ricordo del Gattopardo: un romanzo che ci aiutò a capire la Sicilia e i siciliani

L’11 novembre 1958, usciva per i tipi della casa editrice Feltrinelli, Il Gattopardo, capolavoro e unico romanzo di Giuseppe Tomasi principe di Lampedusa. Il successo editoriale, in parte inaspettato, fu eccezionale, le edizioni si susseguirono una dopo l’altra con un ritmo che si riscontra in pochissimi casi per quanto riguarda il nostro panorama editoriale
Blog
di Giovanna Di Marco

Lidliota. E non è un romanzo

Ora mi chiedo come ci siamo ridotti se davvero su internet vanno a ruba le scarpe vendute alla Lidl a prezzi esorbitanti, perché pare che
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin