Coronavirus, il documento segreto in mano al governo prima della pandemia :ilSicilia.it

ecco i dati

Coronavirus, il documento segreto in mano al governo prima della pandemia

di
30 Agosto 2020

Il documento “segreto” in mano al governo su contagi e morti Il 12 febbraio un dossier già prevedeva fino a 60mila morti Roma, 30 ago.

C’è uno studio in mano al governo che porta la data dello scorso 12 febbraio, che già all’epoca prevedeva fino a 60 mila morti per il Covid e che adesso riaccende la polemica.

A rivelarlo è il quotidiano “La Repubblica”, che ha ottenuto l’accesso al lavoro del ricercatore Stefano Merler, presentato al Comitato Tecnico Scientifico quando ancora non c’erano casi ufficiali di coronavirus.

Stando a quanto riportato dal quotidiano, mentre l’Italia si risveglia dentro all’incubo Covid19 solo a fine febbraio, già il 12 dello stesso mese il governo era a conoscenza del rischio che questa pandemia avrebbe portato e soprattutto dei numeri. È il 21 febbraio, infatti, quando in un piccolo ospedale della provincia di Lodi, un 38enne viene trovato positivo. Mattia, il primo caso di Covid tutto italiano, diventa noto come il “paziente 1”. Un clamoroso l’atto di accusa all’esecutivo.

Tre giorni dopo la discussione di questi dati – si legge sul quotidiano – un carico da 18 tonnellate di dispositivi di protezione partiva da Brindisi per la Cina”. E ancora: “La sanità sotto stress, l’ipotesi era che il picco di epidemia avrebbe creato una carenza di diecimila posti in terapia intensiva”.

Il documento mostra come i modelli elaborati da Merler, sulla base dei 43mila casi registrati al mondo in quel momento, prevedessero due scenari: uno con R0 di 1,3 e l’altro di 1,7. La prima ipotesi elaborata dal matematico stimava che i contagi in Italia avrebbero potuto raggiungere il milione, nel secondo scenario il doppio. Mentre il bilancio delle vittime oscillava tra le 35 e i 60mila (attualmente i morti sono più di 35mila), con un fabbisogno di letti in terapia intensiva tra i 60 e i 120mila.

Lo studio sottolineava in particolare come nello scenario peggiore ci sarebbe stata una carenza di 10mila unità di posti in ricovero intensivo.

© Riproduzione Riservata
Tag:
L'angolo della dietista
di Marina Sutera

La parola ‘dieta’

Dieta è un termine di origine greca che vuol dire appunto “stile di vita” intesa come abitudini alimentari corrette supportate da un’adeguata attività fisica
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Scandali in Vaticano

E’ di questi giorni lo scandalo che ha coinvolto il Vaticano e ha portato alla decisione di Papa Francesco di far dimettere il cardinale Angelo Becciu, diplomatico di carriera, dalla guida della Congregazione dei Santi e dalle funzioni di cardinale.
Come se fosse Antani
di Giovanna Di Marco

Docenti indecenti

Noi docenti siamo dei ladri: abbiamo tre mesi di vacanza in estate, rubiamo lo stipendio anche durante le vacanze di Natale e di Pasqua, per
CapitaleMessina
di Gianfranco Salmeri

Dopo la pandemia non sarà mai come prima

Dopo una crisi così devastante come quella che stiamo superando, le cose non potranno tornare mai come prima, e non è neanche bene che ciò avvenga. Una riflessione sulla fase 2 dell'emergenza coronavirus di Gianfranco Salmeri.