Coronavirus, in cento arrivati in treno dalla Lombardia: "Tranquilli, siamo stati attenti" | VIDEO INTERVISTE :ilSicilia.it

E c'è chi dice addirittura che il covid-19 è un'invenzione

Coronavirus, in cento arrivati in treno dalla Lombardia: “Tranquilli, siamo stati attenti” | VIDEO INTERVISTE

di
14 Marzo 2020

GUARDA IL VIDEO IN ALTO CON LE INTERVISTE

In cento sono arrivati oggi pomeriggio con il treno partito da Milano e diretto in Sicilia. Una volta a Messina le persone provenienti dal Nord Italia hanno presentato autocertificazione. Nella città dello Stretto, infatti,  sono state intercettate dalla protezione civile e dai sanitari dell’Asp.

A tutti è stata misurata la temperatura con il termoscanner. Tre di loro – come comunicato dal sindaco messinese Cateno De Luca – sarebbero casi sospetti. Dei cento, in ventuno sono arrivati a Palermo, gli altri sono rimasti a Messina o hanno continuato per Siracusa.

Alla Polfer non sono arrivate notizie drammatiche in merito allo stato di salute dei passeggeri. A chi è arrivato a Palermo, come anche nelle altre città siciliane, è stato chiesto – in linea con le disposizioni varate dal governo Musumeci – di porsi in autoquarantena. Impossibile sapere se le indicazioni saranno rispettate.

Fra chi è arrivato c’è chi dice che rispetterà le indicazioni della Regione, ma c’è anche chi dice che non si sottoporrà a nessuna restrizione, perchè “il virus è un’invenzione“.

© Riproduzione Riservata
Tag:
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Cosa succederà dopo Orlando?

Un articolo di Maurizio Zoppi per IlSicilia.it ha sollevato un problema molto importante per la città di Palermo. Chi sarà il successore di Orlando e, soprattutto, che succederà dopo Orlando?
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Mafia e antimafia

Dovendo parlare di mafia ed antimafia non si può non andare con la mente al 10 gennaio 1987 allorquando Leonardo Sciascia rilasciò una intervista al Corriere della Sera parlando di professionisti dell’antimafia
Wanted
di Ludovico Gippetto

L’archeologia del “Do not cross” come tutela

Rubare nei siti archeologici è gravissimo. Un argomento molto caro all’archeologo Sebastiano Tusa, fermo sostenitore del principio del "Do not cross". Dove gli oggetti antichi vanno guardati ma non decontestualizzati rispetto all’ambiente di provenienza.
CapitaleMessina
di Gianfranco Salmeri

Dopo la pandemia non sarà mai come prima

Dopo una crisi così devastante come quella che stiamo superando, le cose non potranno tornare mai come prima, e non è neanche bene che ciò avvenga. Una riflessione sulla fase 2 dell'emergenza coronavirus di Gianfranco Salmeri.