Coronavirus, in Sicilia alimentari chiusi la domenica e limitazioni agli orari dei negozi :ilSicilia.it

L'Isola si blinda per contenere il contagio

Coronavirus, in Sicilia alimentari chiusi la domenica e limitazioni agli orari dei negozi

di
20 Marzo 2020

Sono diversi i cambiamenti che si avranno in Sicilia a seguito della nuova ordinanza firmata dal presidente della Regione Nello Musumeci e in vigore già da subito per contenere il contagio del coronavirus in Sicilia.

Un’ordinanza che limita gli spostamenti in modo più stringente rispetto al decreto del governo nazionale, vietando – come si è scritto in questo altro articolo – le attività motorie e limitando le “uscite con animali di affezione” ai soli pochi metri davanti casa. Ma fra gli effetti che avranno maggiore impatto c’è quello relativo alla spesa.

Tutti gli esercizi commerciali attualmente autorizzati, a eccezione di farmacie di turno ed edicole, infatti, dovranno restare chiusi la domenica. Si potrà uscire una sola volta al giorno per gli acquisti essenziali, a eccezione dei farmaci.

Per quanto riguarda i negozi, i sindaci potranno disporre la riduzione dell’orario di apertura al pubblico, tranne di quelli che vendono prodotti alimentari e farmacie. Nelle rivendite dei tabacchi è vietato l’uso di apparecchi da intrattenimento e per il gioco.

Infine, non sarà ammesso l’ingresso nel territorio comunale dei venditori ambulanti al dettaglio provenienti da altri Comuni.

Scarica il Pdf: ORDINANZA DEL PRESIDENTE DELLA REGIONE SICILIANA

LEGGI ANCHE:

Coronavirus, ordinanza di Musumeci: stop attività motorie in Sicilia e limiti ulteriori alle uscite

© Riproduzione Riservata
Tag:
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Mafia e antimafia

Dovendo parlare di mafia ed antimafia non si può non andare con la mente al 10 gennaio 1987 allorquando Leonardo Sciascia rilasciò una intervista al Corriere della Sera parlando di professionisti dell’antimafia
Wanted
di Ludovico Gippetto

L’archeologia del “Do not cross” come tutela

Rubare nei siti archeologici è gravissimo. Un argomento molto caro all’archeologo Sebastiano Tusa, fermo sostenitore del principio del "Do not cross". Dove gli oggetti antichi vanno guardati ma non decontestualizzati rispetto all’ambiente di provenienza.
CapitaleMessina
di Gianfranco Salmeri

Dopo la pandemia non sarà mai come prima

Dopo una crisi così devastante come quella che stiamo superando, le cose non potranno tornare mai come prima, e non è neanche bene che ciò avvenga. Una riflessione sulla fase 2 dell'emergenza coronavirus di Gianfranco Salmeri.