Coronavirus: la Sicilia diventa zona gialla, ecco cosa cambia :ilSicilia.it

MUTANO LE REGOLE SU MOBILITà E RISTORAZIONE

Coronavirus: la Sicilia diventa zona gialla, ecco cosa cambia

di
27 Novembre 2020

Il ministro della Salute Roberto Speranza ha decretato l’allentamento delle misure in Sicilia, facendo diventare la Regione zona gialla.

Dopo 23 giorni dalla dichiarazione del livello arancione fatta dal premier Giuseppe Conte, l’Isola vede un primo allentamento delle misure. L’atto sarà valido a partire dal 29 novembre.

COSA CAMBIA?

I principali cambiamenti riguardano la mobilità e il comparto Ho.Re.Ca.

Torna la possibilità di muoversi al di fuori del proprio comune di residenza senza bisogno di autocertificazione. I siciliani potranno quindi recarsi presso le proprie seconde case o comunque spostarsi al di fuori del propria città.

Altro scenario che mura è quello delle attività commerciali. Torna la vendita al banco fino alle 18:00 per ristoranti, bar, pasticcerie e gelaterie, con un estensione fino alle 22:00 per l’asporto.

COSA NON CAMBIA?

Rimangono ferme le regole sul coprifuoco. Esso si mantiene fissato alle 22:00, con il divieto di circolazione che permane fino alle ore 5:00, salvo gli spostamenti motivati da comprovate esigenze lavorative, situazioni di necessità o motivi di salute. Restano chiusi fiere, palestre, centri scommessi e centri culturali.

Nelle giornate festive e prefestive sono chiuse le medie e grandi strutture di vendita, nonché gli esercizi commerciali presenti all’interno dei centri commerciali e dei mercati, ad eccezione delle farmacie, parafarmacie presidi sanitari, punti vendita di generi alimentari, tabacchi ed edicole.

Didattica a distanza al 100% per le superiori. I corsi di formazione pubblici e privati possono svolgersi solo con modalità a distanza.  Riduzione al 50% del limite di capienza dei mezzi pubblici, con esclusione del trasporto scolastico dedicato.

 

 

© Riproduzione Riservata
Tag:
Alpha Tauri
di Redazione

Dalle 700 bare ai Rotoli alla vita eterna!

Il progetto del cimitero da realizzare a Ciaculli risale al 2007, ben 13 anni or sono. Nel 2012 viene inserito nel piano triennale delle opere pubbliche del comune di Palermo, ma senza un euro di finanziamento
Politica
di Elio Sanfilippo

La politica, la storia e l’entusiasmo di zio Emanuele

Ci sarà tempo per ricordare la figura di Emanuele Macaluso, il suo impegno politico per liberare dal bisogno e dalla sofferenza la gente più povera e indifesa, migliorare le condizioni di vita dei lavoratori, tutelando diritti e dignità

In ricordo del Gattopardo: un romanzo che ci aiutò a capire la Sicilia e i siciliani

L’11 novembre 1958, usciva per i tipi della casa editrice Feltrinelli, Il Gattopardo, capolavoro e unico romanzo di Giuseppe Tomasi principe di Lampedusa. Il successo editoriale, in parte inaspettato, fu eccezionale, le edizioni si susseguirono una dopo l’altra con un ritmo che si riscontra in pochissimi casi per quanto riguarda il nostro panorama editoriale
Blog
di Giovanna Di Marco

Lidliota. E non è un romanzo

Ora mi chiedo come ci siamo ridotti se davvero su internet vanno a ruba le scarpe vendute alla Lidl a prezzi esorbitanti, perché pare che
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin