Coronavirus: l'Asp Messina porta a 13 le Unità speciali di continuità assistenziale :ilSicilia.it
Messina

A causa dell'aumento dei contagi

Coronavirus: l’Asp Messina porta a 13 le Unità speciali di continuità assistenziale

di
8 Ottobre 2020

L’Asp Messina, considerato l’aumento dei contagi da coronavirus, ha deciso di aumentare il numero delle Unità speciali di continuità assistenziale (Usca), con la trasformazione delle quattro unità turistiche in unità speciali di ambito, portando così a 13 il totale in tutta la provincia.

Le 13 Usca sono dotate di macchina con autista per raggiungere i soggetti positivi al loro domicilio e sono composte da medico, infermiere e operatore sociosanitario e svolgeranno la loro attività dalle 8-20, sette giorni su sette. Le nuove quattro unità destinate a fronteggiare l’emergenza nelle scuole sono suddivise per servire il territorio in maniera capillare.

Condividiamo l’alto livello di allerta disposto dal presidente Musumeci e dall’assessore Razza – dice il direttore generale Paolo La Pagliarivolgendo l’attenzione ai contagi nelle scuole e disponendo una centrale operativa a Messina nel Palazzo Satellite di piazza della Repubblica raggiungibile da tutta la provincia all’indirizzo mail: scuola asp.messina.it; la Centrale operativa Usca sarà attiva da lunedì al sabato dalle 8 alle 20. Domani nel comune di Galati Mamertino convergeranno alcune Usca dell’Asp Messina per effettuare contemporaneamente oltre 500 tamponi vista l’emergenza determinata da un vasto focolaio.

© Riproduzione Riservata
Tag:
L'angolo della dietista
di Marina Sutera

La parola ‘dieta’

Dieta è un termine di origine greca che vuol dire appunto “stile di vita” intesa come abitudini alimentari corrette supportate da un’adeguata attività fisica
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Scandali in Vaticano

E’ di questi giorni lo scandalo che ha coinvolto il Vaticano e ha portato alla decisione di Papa Francesco di far dimettere il cardinale Angelo Becciu, diplomatico di carriera, dalla guida della Congregazione dei Santi e dalle funzioni di cardinale.
Come se fosse Antani
di Giovanna Di Marco

Docenti indecenti

Noi docenti siamo dei ladri: abbiamo tre mesi di vacanza in estate, rubiamo lo stipendio anche durante le vacanze di Natale e di Pasqua, per
CapitaleMessina
di Gianfranco Salmeri

Dopo la pandemia non sarà mai come prima

Dopo una crisi così devastante come quella che stiamo superando, le cose non potranno tornare mai come prima, e non è neanche bene che ciò avvenga. Una riflessione sulla fase 2 dell'emergenza coronavirus di Gianfranco Salmeri.