Coronavirus, l'Italia versa 50 milioni di euro per le imprese tunisine | ilSicilia.it :ilSicilia.it

Contributo alla Banca centrale del Paese africano

Coronavirus, l’Italia versa 50 milioni di euro per le imprese tunisine

di
27 Marzo 2020

L’Italia, tramite la Cassa Depositi e Prestiti, ha versato 50 milioni di euro (circa 157 milioni di dinari) a titolo di credito d’aiuto alla Banca Centrale tunisina.

La somma è destinata a sostenere le imprese tunisine e potrà essere utilizzata per rispondere all’impatto socioeconomico del coronavirus in Tunisia, supportando le misure messe in campo dal governo tunisino.

La notizia è stata diffusa nelle scorse ore dall’Ambasciata d’Italia in Tunisia attraverso i suoi canali social, con tanto di post: “Italia e Tunisia continuano a cooperare per superare questo difficile momento insieme. È un primo passo, mano nella mano, per far fronte al #Covid-19”.

Nel messaggio, inoltre, si cita l’Agenzia Italiana per la cooperazione e lo sviluppo e il ministero degli Affari Esteri. Ovviamente il post ha suscitato numerosi commenti indignati di imprenditori italiani, professionisti e appartenenti ad altre categorie, che sono fortemente penalizzate dall’emergenza coronavirus. Con tantissime imprese, studi ed esercizi commerciali, che in assenza di reddito stanno subendo i contraccolpi economici di una crisi nera, ci si chiede perchè l’Italia non destini tutte le somme disponibili a salvare il nostro Paese, piuttosto che sostenere altre nazioni.

© Riproduzione Riservata
Tag:
Epruno - Il meglio della vita
di Renzo Botindari

Immagina…

Immagina la “normalità” quale unico “manifesto per il futuro”. Il fallimento di una certa politica sta nel fatto di volerti vendere per straordinario tutto ciò che universalmente sarebbe stato normale.
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Buona Pasqua

L’Augurio che sicuramente in cuor loro i siciliani si fanno, in occasione di queste festività, è che questa sia l’ultima Pasqua da reclusi e che la prossima si potrà finalmente passeggiare liberamente, ritrovando il gusto dello stare insieme, di rafforzare sentimenti di amicizia, di socialità e di solidarietà
La GiombOpinione
di Il Giomba

Andrà tutto bene(?)

È un anno intero, e anche qualcosa di più, che mi sento ripetere questa frase. Ma come faccio a pensare che andrà tutto bene?
Alpha Tauri
di Manlio Orobello

“Il Paradiso perduto“

Scendeva il crepuscolo mentre l’aereo si accingeva ad atterrare a Punta Raisi. La costa fra Carini e Capo Rama appariva già punteggiata dalle luci dei paesi e delle innumerevoli abitazioni che la costellano e che si riflettevano sempre di più nella cerchia dei monti, man mano che la luce del sole tendeva a scomparire.
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin