Coronavirus: otto contagi a Corleone dopo un matrimonio con 250 invitati, il sindaco chiude le scuole :ilSicilia.it
Palermo

Possibile focolaio

Coronavirus: otto contagi a Corleone dopo un matrimonio con 250 invitati, il sindaco chiude le scuole

di
18 Settembre 2020

Otto persone positive al coronavirusCorleone avrebbero partecipato ad un matrimonio lo scorso 12 settembre con 250 invitati. Tra di loro anche l’infermiera del reparto di geriatria dell’Ingrassia che oggi è stata ricoverata all’ospedale Civico di Palermo con febbre alta e sintomi influenzali acuti.

Lo ha reso noto il sindaco di Corleone Nicolò Nicolosi che ha disposto la chiusura di bar e pub alle ore 21 oltre alla villa comunale e alle scuole. Tra gli invitati vi sono infatti anche 30 giovani alunni.

“Abbiamo deciso di chiudere le scuole per domani – dice il sindaco – La situazione e’ molto seria e da tenere sotto osservazione. Domani organizzeremo riunioni con le forze dell’ordine e l’Asp di Palermo. Si stanno tracciando tutti gli invitati che hanno preso parte al cerimonia e al banchetto. In attesa degli esami ho disposto la chiusura anche dei bar e dei pub alle 22 e della villa comunale”.

Alcune insegnanti che vivono a Corleone insegnano a Marineo e Bisacquino. Da qui la decisione di chiudere le scuole anche in questi due comuni.

© Riproduzione Riservata
Tag:
L'angolo della dietista
di Marina Sutera

La parola ‘dieta’

Dieta è un termine di origine greca che vuol dire appunto “stile di vita” intesa come abitudini alimentari corrette supportate da un’adeguata attività fisica
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Scandali in Vaticano

E’ di questi giorni lo scandalo che ha coinvolto il Vaticano e ha portato alla decisione di Papa Francesco di far dimettere il cardinale Angelo Becciu, diplomatico di carriera, dalla guida della Congregazione dei Santi e dalle funzioni di cardinale.
Come se fosse Antani
di Giovanna Di Marco

Docenti indecenti

Noi docenti siamo dei ladri: abbiamo tre mesi di vacanza in estate, rubiamo lo stipendio anche durante le vacanze di Natale e di Pasqua, per
CapitaleMessina
di Gianfranco Salmeri

Dopo la pandemia non sarà mai come prima

Dopo una crisi così devastante come quella che stiamo superando, le cose non potranno tornare mai come prima, e non è neanche bene che ciò avvenga. Una riflessione sulla fase 2 dell'emergenza coronavirus di Gianfranco Salmeri.