Coronavirus: paura a Palermo, commando assalta supermercato :ilSicilia.it
Palermo

al Paghi Poco di via Amedeo d'Aosta

Coronavirus: paura a Palermo, commando assalta supermercato

di
3 Aprile 2020

Rapina ad un supermercato di Palermo ieri sera: quattro rapinatori armati di pistola hanno fatto irruzione nel punto vendita Paghi Poco di via Amedeo d’Aosta (in zona Romagnolo) con il volto coperto da mascherine chirurgiche.

Due erano armati di pistola che hanno puntato contro le persone presenti in quel momento, tenendole sotto sequestro fino a quando non sono fuggiti con il bottino rubando anche l’auto di un dipendente.

La polizia, che indaga sull’episodio, è intervenuta intorno alle 21, dopo l’allarme lanciato dagli stessi dipendenti del supermercato. Ai banditi sono bastati pochi attimi per chiarire le proprie intenzioni, tenendo i presenti sotto sequestro per circa mezzora. Mentre due tenevano sotto scacco i dipendenti e i pochi clienti che in quel momento si trovavano dentro il supermercato, gli altri hanno svuotato le casse impossessandosi di un bottino di diverse migliaia di euro. Infine hanno minacciato uno dei dipendenti del supermercato facendosi consegnare le chiavi della sua auto, una Jeep Renegade.

Le indagini sono condotte dagli agenti dell’Ufficio prevenzione generale e soccorso pubblico insieme ai colleghi della Squadra Mobile. Acquisite le immagini di alcune telecamere di videosorveglianza che potrebbero aver inquadrato le varie fasi dell’assalto e della fuga dei rapinatori.

 

 

LEGGI ANCHE:

Coronavirus a Palermo: “Troppi vanno al supermercato per cugghiuniare, scontrini sotto i 10 euro” | VIDEO

Coronavirus a Palermo, l’ira sui social: “Saccheggiamo i supermercati tedeschi e francesi” | VIDEO

Coronavirus a Palermo: tensione al Lidl di viale Regione, la gente rifiuta di pagare la spesa

© Riproduzione Riservata
Tag:

Blog

di Renzo Botindari

Avessimo almeno cercato un cambiamento

L’olio galleggia sull’acqua, ma poi strapazzare il contenitore, spargere in goccioline questo liquido più leggero dell’acqua, ma appena terminato lo stress le varie goccioline convergono nel centro riunificandosi e creando una unica chiazza galleggiante.

Se sei donna

di Mila Spicola

Tre donne siciliane che hanno fatto la Storia

Conosciamo in tanti la storia di Franca Viola, di Alcamo, che nel 1968, appena diciottenne, sostenuta dalla sua famiglia, rifiutò un matrimonio riparatore, diventando un simbolo della crescita civile dell'Italia nel secondo dopoguerra e dell'emancipazione delle donne italiane.

Fenomeno serie tv

di Michele Lombardo

Remake e Reboot: un fenomeno in crescita

Non è certo un fenomeno nuovo, ma negli ultimi anni con l'avvento delle piattaforme streaming e il conseguente aumento della produzione di serie tv, i remake e i reboot ( in italiano rifacimento e riavvio) sono diventati molto frequenti. La differenza tra i due termini è sostanziale:

In Primis la Sicilia

di Maurizio Scaglione

Vota e fai votare…. ma pensa con la tua testa

Vi ricordate quando, parliamo anni 60 e 70 , durante il periodo elettorale,  passavano per i quartieri le vecchie Fiat 600 con il megafono montato nel portabagagli sul tetto e gridavano con voce decisa, vota e fai votare Pinuccio Tal dei tali, per il tuo futuro , per il futuro dei tuoi figli, per il lavoro

Fuori dal coro

di Pietro Busetta

Il colpo di mano sull’autonomia differenziata

Subdolamente con un inserimento nella legge di bilancio sta passando l’autonomia differenziata. Si tratta di un collegato alla legge di bilancio fatto passare nella notte che sta riportando il tema dell’autonomia in corsa per essere approvato.

Alpha Tauri

di Manlio Orobello

Il Re traditore

Il 2 giugno 1946, con la proclamazione della Repubblica Italiana veniva scritta la parola fine alla monarchia e con essa alla guida dello stato  da parte della casa Savoia.

Blog

di Alberto Di Pisa

Democrazia diretta e indiretta

Di recente Grillo ha dichiarato di non credere in una forma di rappresentanza parlamentare ma nella democrazia diretta citando in proposito il referendum come il massimo dell’espressione democratica.