Coronavirus, pescherecci fermi e saracinesche abbassate: economia delle marinerie in gionocchio :ilSicilia.it

Perdite da Mazara del Vallo a Sciacca

Coronavirus, pescherecci fermi e saracinesche abbassate: economia delle marinerie in gionocchio

di
24 Marzo 2020

L’economia siciliana messa in ginocchio dall’emergenza coronavirus non risparmia il settore della marineria, con il grido d’allarme lanciato da due delle principali zone in cui i frutti del mare sono fonte di reddito per tantissime famiglie, Mazara del Vallo e Sciacca.

A Mazara del Vallo la crisi era già abbondantemente in corso, con i natanti ridotti a una flotta di 67 unità a fronte dei 300 di inizio anni duemila. Adesso il coronavirus ha dato un’ulteriore batosta al settore, in particolare per quel che riguarda la pesca del gambero rosso, il ‘principe’ dei prodotti del mare di queste parti.

Attualmente ci sono una quarantina di pescherecci impegnati i giro per il Mediterraneo nella pesca del crostaceo. Si stima che ognuno possa mettere insieme tra le tre e le quattro tonnellate di pescato. Il rischio più che concreto è che tutto questo lavoro sia vanificato dalla chiusura dei ristoranti e dello scarso appeal di cui, in tempi di coronavirus, godono le pescherie. Considerando una media di 35 euro al chilo per le varie pezzature, il danno per l’economia mazarese si aggirerebbe sui centomila euro per imbarcazione.

Non vanno meglio le cose a Sciacca, dove dal 16 marzo le attività di marineria sino bloccate, con perdite stimate circa 120 mila euro al giorno. Restano fermi i 400 lavoratori del settore. Ciò ha spinto alcune cooperative locali a scrivere una lettera alla Capitaneria di porto per dichiarare una specie di stato d’emergenza del settore. Anche qui, d’altronde, le pescherie non sono vengono certo prese d’assalto dai clienti.

E qualcuno, visto il calo di volumi d’affari, ha deciso di non alzare più la saracinesca.

© Riproduzione Riservata
Tag:
Alpha Tauri
di Redazione

Dalle 700 bare ai Rotoli alla vita eterna!

Il progetto del cimitero da realizzare a Ciaculli risale al 2007, ben 13 anni or sono. Nel 2012 viene inserito nel piano triennale delle opere pubbliche del comune di Palermo, ma senza un euro di finanziamento
Politica
di Elio Sanfilippo

La politica, la storia e l’entusiasmo di zio Emanuele

Ci sarà tempo per ricordare la figura di Emanuele Macaluso, il suo impegno politico per liberare dal bisogno e dalla sofferenza la gente più povera e indifesa, migliorare le condizioni di vita dei lavoratori, tutelando diritti e dignità

In ricordo del Gattopardo: un romanzo che ci aiutò a capire la Sicilia e i siciliani

L’11 novembre 1958, usciva per i tipi della casa editrice Feltrinelli, Il Gattopardo, capolavoro e unico romanzo di Giuseppe Tomasi principe di Lampedusa. Il successo editoriale, in parte inaspettato, fu eccezionale, le edizioni si susseguirono una dopo l’altra con un ritmo che si riscontra in pochissimi casi per quanto riguarda il nostro panorama editoriale
Blog
di Giovanna Di Marco

Lidliota. E non è un romanzo

Ora mi chiedo come ci siamo ridotti se davvero su internet vanno a ruba le scarpe vendute alla Lidl a prezzi esorbitanti, perché pare che
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin