Coronavirus: positivo migrante a Pozzallo, il sindaco chiede di blindare l'hotspot :ilSicilia.it
Ragusa

era arrivato ieri 8 aprile

Coronavirus: positivo migrante a Pozzallo, il sindaco chiede di blindare l’hotspot

10 Aprile 2020

Positivo al coronavirus migrante egiziano di 15 anni arrivato ieri nell’hotspot di Pozzallo.

Il sindaco chiede che l’hotspot venga “completamente blindato e isolato e nessun rapporto deve esserci con la città di Pozzallo”.

Il ragazzo era stato trasferito da Porto Empedocle, dopo che il 6 aprile era approdato a Lampedusa con un barchino di fortuna. Insieme a lui sono stati trasferiti altri migranti arrivati nei giorni scorsi a Lampedusa.

Nella notte – spiega primo cittadino Roberto Ammatuna – sono stato informato che uno dei 50 migranti presenti nell’hotspot è risultato positivo al coronavirus. Il tampone era stato eseguito prontamente dal medico responsabile dell’hotspot perchè ai controlli sanitari si evidenziava una temperatura di 38 gradi circa. Ho chiesto un incontro in Prefettura nella mattinata di oggi per stabilire il da farsi“.

In ogni caso, chiedo urgentemente una relazione sanitaria da parte dei responsabili dal centro di provenienza del migrante e non escludo un eventuale esposto alla Procura della Repubblica per accertare eventuali responsabilità oltre che una ispezione da parte dell’Assessorato Regionale alla Sanità – continua Ammatuna -. Bisogna capire bene se il migrante in questione sia stato visitato in modo approfondito prima della partenza. E’ questa una vicenda oscura che richiede una precisa ed inevitabile chiarezza. La comunità pozzallese, che da sempre ha svolto un compito umanitario che e’ riconosciuto da tutti, non può essere tradita in questo modo”.

© Riproduzione Riservata
Tag:
Wanted
di Ludovico Gippetto

L’archeologia del “Do not cross” come tutela

Rubare nei siti archeologici è gravissimo. Un argomento molto caro all’archeologo Sebastiano Tusa, fermo sostenitore del principio del "Do not cross". Dove gli oggetti antichi vanno guardati ma non decontestualizzati rispetto all’ambiente di provenienza.
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Magistratura e politica

Dal blog "Segreti e non misteri", Alberto Di Pisa riflette sul difficile rapporto fra magistratura e politica, in uno sistema di diritto come quello italiano.
CapitaleMessina
di Gianfranco Salmeri

Dopo la pandemia non sarà mai come prima

Dopo una crisi così devastante come quella che stiamo superando, le cose non potranno tornare mai come prima, e non è neanche bene che ciò avvenga. Una riflessione sulla fase 2 dell'emergenza coronavirus di Gianfranco Salmeri.