Coronavirus, quando la solidarietà cinese arriva con una busta inattesa :ilSicilia.it

il gesto

Coronavirus, quando la solidarietà cinese arriva con una busta inattesa

di
26 Marzo 2020

Antonio Gebbia metà palermitano e metà madonita, vive in Toscana da più di vent’anni dove lavora come ingegnere cartografo all’Istituto Geografico Militare di Firenze. A lui e all’Istituto fiorentino dobbiamo l’ultima versione della cartina geografica del nostro paese.

A quanti di noi sarà successo, soprattutto nell’ultimo periodo, di riprendere un vecchio libro di geografia per cercare di capire dove si trovassero esattamente Codogno o altri luoghi del contagio da covid19? Almeno così voglio sperare anche ai tempi della ricerca spasmodica sulla rete.

Ma Antonio oggi ci racconta una storia semplice e disarmante.

Lui vive a Campi Bisenzio, una cittadina di quasi cinquantamila abitanti, che porta addosso tutto il fascino dei paesaggi e delle architetture toscane.

Ho sempre pensato che le città attraversate da un fiume possedessero la seduzione malinconica del viaggio, l’acqua che scorre nelle viscere delle case, quel luccichio al tramonto sui ponti…

Ma questa è un’altra storia.

Ritorniamo ad Antonio, il nostro cartografo che un giorno a ritorno dal lavoro, ha trovato nella sua cassetta della posta una busta insolita. Non c’era un francobollo, né il mittente, ma una semplice dichiarazione d’amore: la Cina ama l’Italia. Al suo interno ben cinque mascherine in regalo.

Un atto di generosità inaspettato in un momento di grande paura. La comunità cinese ha pensato bene di donare a ciascuna famiglia della cittadina toscana una busta con al suo interno ben cinque mascherine, un gesto che commuove e fa riflettere soprattutto in questo momento.

Antonio Gebbia ci racconta che lavoro capillare deve essere stato distribuire tante buste nelle centinaia di cassette della posta di ogni palazzo di Campi Bisenzio. E per le case non raggiunte, la comunità cinese ha scelto di distribuire le mascherine proprio all’uscita dei supermercati per raggiungere quanta più gente possibile.

Abbiamo avuto notizie dei comportamenti corretti da parte delle comunità cinesi presenti sul territorio nazionale, a Prato ad esempio hanno subito chiuso le loro attività mettendosi in auto quarantena, ma l’immagine reale della solidarietà ci arriva dalle foto e dal racconto di Giovanni.

In questo momento non abbiamo più bisogno di cercare un nemico, ci serve tanta pazienza e un sano ritorno alla nostra umanità più profonda. Non gridare agli untori, ma stringerci in un rispetto silente per abbracciare tutti coloro che ogni giorno rischiano la loro vita per fermare questo virus che imperversa e che non riusciamo a comprendere ancora fino in fondo.

© Riproduzione Riservata
Tag:

Blog

di Renzo Botindari

La Cosa Giusta

Il mio mondo è pieno di individui che hanno preso le scorciatoie e che con la loro scarsa morale minano alla base giornalmente i nostri principi essendo esempio di una classe vincente

Rosso di sera

di Elio Sanfilippo

Fine del Referendum?

Il voto delle amministrative del 12 giugno, i suoi risultati, con l’esultanza dei vincitori e la delusione degli sconfitti con il carico di polemiche e di recriminazioni, ha messo in ombra fino alla sua rimozione

Fenomeno serie tv

di Michele Lombardo

Remake e Reboot: un fenomeno in crescita

Non è certo un fenomeno nuovo, ma negli ultimi anni con l'avvento delle piattaforme streaming e il conseguente aumento della produzione di serie tv, i remake e i reboot ( in italiano rifacimento e riavvio) sono diventati molto frequenti. La differenza tra i due termini è sostanziale:

In Primis la Sicilia

di Maurizio Scaglione

Vota e fai votare…. ma pensa con la tua testa

Vi ricordate quando, parliamo anni 60 e 70 , durante il periodo elettorale,  passavano per i quartieri le vecchie Fiat 600 con il megafono montato nel portabagagli sul tetto e gridavano con voce decisa, vota e fai votare Pinuccio Tal dei tali, per il tuo futuro , per il futuro dei tuoi figli, per il lavoro

Fuori dal coro

di Pietro Busetta

Il colpo di mano sull’autonomia differenziata

Subdolamente con un inserimento nella legge di bilancio sta passando l’autonomia differenziata. Si tratta di un collegato alla legge di bilancio fatto passare nella notte che sta riportando il tema dell’autonomia in corsa per essere approvato.