Coronavirus, record di contagi nel Messinese: 69 positivi in paesino da 1800 abitanti :ilSicilia.it
Messina

SUCCEDE A GALATI MAMERTINO

Coronavirus, record di contagi nel Messinese: 69 positivi in paesino da 1800 abitanti

di
12 Ottobre 2020

È emergenza coronavirus a Galati Mamertino, piccolo comune di 1800 abitanti in provincia di Messina. Qui sono infatti risultate positive ben 69 persone, anche se tutte asintomatiche.

Il sindaco Antonio Baglio ha emesso un’ordinanza che impedisce gli spostamenti da e verso il comune dei Nebrodi, se non per motivi di lavoro e stretta necessità. Poste le stesse limitazioni per gli spostamenti all’interno del paese. Sono state chiuse le scuole per una settimana e sospese le attività del mercato ortofrutticolo.

RISCHIO ZONA ROSSA

L’intento dell’amministrazione è infatti scongiurare la zona rossa che potrebbe essere decisa dalla Regione qualora aumentassero i contagi. Saranno eseguiti mille test rapidi per capire l’entità del problema e intervenire con celerità.

A Messina, intanto, è ancora chiuso il tribunale per consentire la sanificazione dell’ufficio del Giudice per le indagini preliminari dopo che il congiunto di un magistrato è risultato positivo.

© Riproduzione Riservata
Tag:
L'angolo della dietista
di Marina Sutera

La parola ‘dieta’

Dieta è un termine di origine greca che vuol dire appunto “stile di vita” intesa come abitudini alimentari corrette supportate da un’adeguata attività fisica
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Scandali in Vaticano

E’ di questi giorni lo scandalo che ha coinvolto il Vaticano e ha portato alla decisione di Papa Francesco di far dimettere il cardinale Angelo Becciu, diplomatico di carriera, dalla guida della Congregazione dei Santi e dalle funzioni di cardinale.
Come se fosse Antani
di Giovanna Di Marco

Docenti indecenti

Noi docenti siamo dei ladri: abbiamo tre mesi di vacanza in estate, rubiamo lo stipendio anche durante le vacanze di Natale e di Pasqua, per
CapitaleMessina
di Gianfranco Salmeri

Dopo la pandemia non sarà mai come prima

Dopo una crisi così devastante come quella che stiamo superando, le cose non potranno tornare mai come prima, e non è neanche bene che ciò avvenga. Una riflessione sulla fase 2 dell'emergenza coronavirus di Gianfranco Salmeri.