Coronavirus, Ricciardi (OMS) bacchetta il Governo: "Grave errore non isolare gli arrivi dalla Cina" :ilSicilia.it

L’accusa del docente

Coronavirus, Ricciardi (OMS) bacchetta il Governo: “Grave errore non isolare gli arrivi dalla Cina”

di
23 Febbraio 2020

«Paghiamo il fatto di non aver messo in quarantena da subito gli sbarcati dalla Cina». L’ordinario di Igiene alla Cattolica Walter Ricciardi, membro del consiglio esecutivo dell’Organizzazione mondiale della sanità (OMS), davanti all’impennata di contagi da coronavirus in Italia, bacchetta il Governo.

In un’intervista de La Stampa, per il docente «c’è il forte rischio che i focolai diventino un’epidemia. Lo sapremo tra due settimaneAbbiamo chiuso i voli – dice Ricciardi – una decisione che non ha base scientifica, e questo non ci ha permesso di tracciare gli arrivi, perché a quel punto si è potuto fare scalo e arrivare da altre località».

Esattamente come aveva raccontato pochi giorni fa ilSicilia.it, in un’intervista a una ragazza di Alcamo tornata dalla Cina, facendo scalo in Thailandia.

Un altro dato preoccupante per il docente è che il contagio ha riguardato anche medici e infermieri. Ciò «significa che non si sono messe in campo le pratiche adatte, oltre al fatto che il virus è molto contagioso».

L’Italia è il Paese più contagiato d’Europa.

«Rischiamo numeri importanti. Il trend è chiaro, ma in Cina c’è stato un mese di sottovalutazione mentre da noi, pur con qualche svista, stiamo reagendo. Per due settimane evitare i luoghi affollati: metro, bus, treni, scuole, discoteche, caserme e palestre», conclude Ricciardi.

 

 

LEGGI ANCHE:

Coronavirus, la giovane di Alcamo tornata dalla Cina: “Così ho aggirato il blocco, in Italia controlli blandi”

© Riproduzione Riservata
Tag:

‘La caduta, eventi e protagonisti in Sicilia: 1972-1994’: l’analisi di Calogero Pumilia

Calogero Pumilia, per oltre vent’anni deputato democristiano, nel suo “La Caduta. Eventi e protagonisti in Sicilia 1972-1994“, in libreria in questi giorni, ci offre un contributo in questo senso regalandoci una lettura dal di dentro che consente di farci scoprire come molte leggende metropolitane, spacciate per verità storica, debbano essere riviste.
Blog
di Giovanna Di Marco

Lidliota. E non è un romanzo

Ora mi chiedo come ci siamo ridotti se davvero su internet vanno a ruba le scarpe vendute alla Lidl a prezzi esorbitanti, perché pare che
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin