Coronavirus: sale a 528 il numero dei contagiati, 14 i morti in Italia :ilSicilia.it

IL BOLLETTINO DELLA PROTEZIONE CIVILE

Coronavirus: sale a 528 il numero dei contagiati, 14 i morti in Italia

27 Febbraio 2020

Nuovo aggiornamento sull’emergenza coronavirus.

Il numero dei positivi ai testi è aumentato ancora, salendo a 528 casi. Questi i numeri forniti dal capo della Protezione Civile Angelo Borrelli, il quale ha dichiarato: “Sono 282 i tamponi positivi inviati dalle Regioni all’Iss e tutti sono stati confermati dall’Istituto alla mezzanotte di ieri“.

Intanto, sale a quattordici il bilancio delle vittime, anche se Borrelli tiene a precisare: “stiamo aspettando gli esiti degli accertamenti dell’Iss per l’ufficialità“. Stamattina invece il ministro degli esteri Luigi Di Maio e il titolare del dicastero della salute Roberto Speranza, hanno tenuto una conferenza di fronte all’Associazione Stampa Estera, per rassicurare l’opinione pubblica europea ed internazionale sullo stato delle cose.

Tag:

La pittrice della Via Crucis | LE FOTO

Con questo bell'articolo sulla pittrice Maria Pia De Angelis si inaugura oggi "L'Occhiotriquetro - note e postille", la nuova rubrica di Piero Longo, poeta, critico teatrale, critico e storico dell'arte, nonché presidente de "Gli Amici del Teatro Biondo" e presidente onorario di "Italia Nostra Palermo"
Il cielo di Paz
di Mari Albanese

Ad Alimena la Misericordia cuce le mascherine per tutti

La Misericordia di Alimena, che da anni opera nel sociale ed è fautrice di tante belle iniziative, ha iniziato a produrre le mascherine. Saranno distribuite gratuitamente a chi ne farà richiesta e sono già state stilate diverse liste per andare incontro soprattutto alle esigenze di tanti anziani.
Sanità in Sicilia
di Salvatore Corrao

Covid 19: cosa è bene sapere

Tutti e tre questi virus hanno come serbatoio animale i pipistrelli. Il passaggio delle infezioni virali da animale a uomo sono molto rare ma nel caso dei coronavirus sopra riportati il virus è riuscito a passare nell’essere umano e si è diffuso da persona a persona