Coronavirus: sale a 821 il numero dei contagiati in Italia, 21 i morti :ilSicilia.it

I dati DELLA PROTEZIONE CIVILE

Coronavirus: 821 il numero dei contagiati in Italia, 21 i morti

28 Febbraio 2020

Sono saliti a 821 i casi di contagio in Italia per il coronavirus.

A fornire il nuovo dato è stato il commissario della Protezione Civile Angelo Borrelli, nel corso della conferenza stampa di oggi per aggiornare la cittadinanza sull’emergenza.

Al computo dei contagiati va addizionato il conto delle vittime, giunte a 21 (ovvero 4 in più di ieri) e dei pazienti guariti.

Le persone decedute sono due originarie del Veneto, due dell’Emilia-Romagna e 17 della Lombardia. Le ultime quattro vittime sono un uomo di 73 anni di Offanengo (Cremona), due donne, un’80enne di Gandino (Bergamo) e un’86enne di Cene (Bergamo) e un uomo di 85 anni di San Fiorano (Lodi) deceduto però in Emilia-Romagna.

Degli 821 ammalati complessivi, 474 sono in Lombardia, 149 in Veneto, 143 in Emilia-Romagna, 19 in Liguria, 11 in Piemonte, 7 in Toscana, 6 nelle Marche, 2 in Sicilia, 4 in Campania, 3 in Puglia, 1 in Abruzzo, 1 in Calabria e 1 nella provincia di Bolzano.

Sono 46 le persone guarite: 40 in Lombardia, 3 nel Lazio, 2 in Sicilia, 1 in Toscana.

“Il dato importante – ha detto Borrelli – è che la metà dei contagiati (412) sono persone che sono asintomatiche, o con sintomi lievissimi e che quindi non hanno bisogno di ospedalizzazione. Sono in isolamento domiciliare fiduciario. Altre 345 persone sono ricoverate in ospedali con sintomi e 64 sono ricoverati in terapia intensiva”. “L’assistenza alla popolazione prosegue, lunedì riapriranno le poste in alcuni Comuni per pagare le pensioni. Nelle zone rosse la vita proseguirà regolarmente”.

SITUAZIONE GRAVE NEL LODIGIANO

Intanto, i medici lombardi del lodigiano lavorano senza sosta per contrastare il picco di casi registrato nelle ultime ore.

E il personale sanitario è costretto a lavorare in condizioni d’emergenza. I medici hanno infatti a disposizione, per la protezione personale, solo 5 mascherine (che andrebbero cambiate ogni otto ore) e due camici a testa (i quali dovrebbero essere sostituiti una volta al giorno).

Tag:

La pittrice della Via Crucis | LE FOTO

Con questo bell'articolo sulla pittrice Maria Pia De Angelis si inaugura oggi "L'Occhiotriquetro - note e postille", la nuova rubrica di Piero Longo, poeta, critico teatrale, critico e storico dell'arte, nonché presidente de "Gli Amici del Teatro Biondo" e presidente onorario di "Italia Nostra Palermo"
Il cielo di Paz
di Mari Albanese

Ad Alimena la Misericordia cuce le mascherine per tutti

La Misericordia di Alimena, che da anni opera nel sociale ed è fautrice di tante belle iniziative, ha iniziato a produrre le mascherine. Saranno distribuite gratuitamente a chi ne farà richiesta e sono già state stilate diverse liste per andare incontro soprattutto alle esigenze di tanti anziani.
Sanità in Sicilia
di Salvatore Corrao

Covid 19: cosa è bene sapere

Tutti e tre questi virus hanno come serbatoio animale i pipistrelli. Il passaggio delle infezioni virali da animale a uomo sono molto rare ma nel caso dei coronavirus sopra riportati il virus è riuscito a passare nell’essere umano e si è diffuso da persona a persona