Coronavirus, sbarcato immigrato positivo. La Lega: "Governo irresponsabile" :ilSicilia.it

Tuona il leader della Lega

Coronavirus, sbarcato immigrato positivo. La Lega: “Governo irresponsabile”

10 Aprile 2020

“Immigrato positivo al Coronavirus sbarcato a Pozzallo. Il governo mette in pericolo la salute dei siciliani e di tutti gli italiani, nel silenzio di Palazzo Chigi e del Viminale”.

“Conte pretende che gli italiani stiano in casa, ma da Nord a Sud troppi immigrati sono in giro senza alcun controllo”.

Lo dice il leader della Lega ed ex ministro dell’Interno Matteo Salvini, a cui si associa anche Stefano Candiani, segretario regionale della Lega Sicilia, senatore leghista già sottosegretario al ministero dell’Interno con Matteo Salvini.

“La dissennata gestione degli sbarchi operata dal Viminale – osserva Candiani – vanifica tutti gli sforzi fin qui fatti dagli italiani. La notizia dell’immigrato sbarcato a Pozzallo risultato positivo al coronavirus è tremenda. Di fatto il ministero dell’interno ha permesso che un Covid positivo sbarcasse in Italia senza alcun controllo o precauzione, lasciandolo a contatto con chissà quante persone ed esponendole al contagio”.

“Questa condotta è criminale! Il ministro – aggiunge l’ex sottosegretario all’Interno – invece di sprecare energie per bloccare per via giudiziaria le ordinanze per il contenimento del contagio emesse dal sindaco di Messina, si preoccupi del disastro che sta accadendo sulle coste siciliane”.

© Riproduzione Riservata
Tag:
Wanted
di Ludovico Gippetto

L’archeologia del “Do not cross” come tutela

Rubare nei siti archeologici è gravissimo. Un argomento molto caro all’archeologo Sebastiano Tusa, fermo sostenitore del principio del "Do not cross". Dove gli oggetti antichi vanno guardati ma non decontestualizzati rispetto all’ambiente di provenienza.
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Magistratura e politica

Dal blog "Segreti e non misteri", Alberto Di Pisa riflette sul difficile rapporto fra magistratura e politica, in uno sistema di diritto come quello italiano.
CapitaleMessina
di Gianfranco Salmeri

Dopo la pandemia non sarà mai come prima

Dopo una crisi così devastante come quella che stiamo superando, le cose non potranno tornare mai come prima, e non è neanche bene che ciò avvenga. Una riflessione sulla fase 2 dell'emergenza coronavirus di Gianfranco Salmeri.