Coronavirus: si aggrava il bilancio all'Oasi di Troina, 135 i positivi :ilSicilia.it
Enna

IL COMMENTO DELL'ASSESSORE

Coronavirus: si aggrava il bilancio all’Oasi di Troina, 135 i positivi

2 Aprile 2020

Sale a 135 il numero delle persone contagiate dal coronavirus presso l’Oasi di Troina.

E’ quanto emerso da un incontro nella struttura presieduto dall’assessore regionale alla Salute, Ruggero Razza. La riunione si poneva come obiettivo di eseguire un bilancio dell’attività svolta e per delineare un nuovo piano di azione per contenere il contagio. Ricordiamo che il comune dell’Ennese è stato recentemente dichiarato zona rossa.

Hanno partecipato il commissario per l’emergenza, Giuseppe Murolo, e il direttore amministrativo dell’Istituto, Arturo Caranna e il deputato regionale Elena Pagana.

Dall’incontro è emersa anche la necessità di mappare tutti i dipendenti per ricostruire la genesi dell’epidemia sul territorio con l’intento di riuscire a neutralizzare l’eventuale insorgenza di nuovi focolai. Intanto, è stata superata significativamente la crisi dell’approvvigionamento dei Dispositivi di protezione individuale (Dpi).

Sul fronte della nuova programmazione si sta procedendo ad un’operazione di trasferimento di pazienti fra le varie strutture dell’Oasi e finalizzata ad una migliore ottimizzazione e gestione di coloro che sono risultati positivi al coronavirus.

La vicenda dell’Oasi – ha commentato l’assessore Razza – è una emergenza nell’emergenza, ma ho trovato uno spirito di abnegazione straordinario che sta consentendo di superare le criticità. La situazione appare sotto controllo, ma ho chiesto a tutti uno sforzo maggiore”. L’assessore alla Salute ha telefonato al sindaco Fabio Venezia, a casa in quarantena per un principio di polmonite, al quale ha rivolto “i più affettuosi auguri di una pronta guarigione“.

© Riproduzione Riservata
Tag:
Il cielo di Paz
di Mari Albanese

Lettera di un’adolescente dalla sua quarantena

Oggi la mia rubrica ospita una lettera molto intensa scritta da un’adolescente che ci narra i suoi giorni di quarantena. Osservare la vita attraverso i social e distanti dagli affetti più importanti per i giovanissimi è stato molto faticoso. Possono i libri aiutare a lenire la solitudine?
Wanted
di Ludovico Gippetto

L’archeologia del “Do not cross” come tutela

Rubare nei siti archeologici è gravissimo. Un argomento molto caro all’archeologo Sebastiano Tusa, fermo sostenitore del principio del "Do not cross". Dove gli oggetti antichi vanno guardati ma non decontestualizzati rispetto all’ambiente di provenienza.
CapitaleMessina
di Gianfranco Salmeri

Dopo la pandemia non sarà mai come prima

Dopo una crisi così devastante come quella che stiamo superando, le cose non potranno tornare mai come prima, e non è neanche bene che ciò avvenga. Una riflessione sulla fase 2 dell'emergenza coronavirus di Gianfranco Salmeri.