Coronavirus, Sicilia in ginocchio: "80% delle aziende non può pagare le bollette" :ilSicilia.it

SICINDUSTRIA LANCIA L'ALLARME

Coronavirus, Sicilia in ginocchio: “80% delle aziende non può pagare le bollette”

3 Aprile 2020

L’emergenza coronavirus sta mettendo in ginocchio l’economia siciliana, soprattutto sul fronte liquidità. Il decreto “Cura Italia” non è sufficiente a frenare l’emorragia finanziaria a cui sono sottoposte diverse imprese.

A lanciare l’allarme è Sicindustria, che ha condotto un’analisi, su scala regionale, sullo stato del tessuto economico isolano. Il sondaggio è stato svolto su un campione significativo di imprese e rappresenta la fotografia dell’attuale situazione in cui versano le aziende siciliane.

I DATI DEL SONDAGGIO

Le domande proposte al mondo produttivo riguardano prevalentemente la disponibilità di risorse necessarie al pagamento dei contributi, delle imposte, dei fornitori, insomma il tema pressante della liquidità delle imprese, nonché un giudizio complessivo sull’efficacia del decreto legge Cura Italia. Il quadro che ne viene fuori è impietoso.

L’85,2% degli imprenditori bolla come insufficiente l’intervento del governo con la manovra Cura Italia. Ma il vero dato allarmante è sul fronte liquidità: l’80% delle imprese non ha i soldi per pagare regolarmente imposte e tasse.

E ancora, nel dettaglio: il 67,2% degli imprenditori ha dichiarato che si trovano nella condizione di non poter adempiere al versamento dei tributi locali, come l’IMU o la Tari. Identico il dato della percentuale delle imprese che si trova nelle condizioni di non poter pagare regolarmente le forniture nei prossimi 60 giorni.

Il 68,7% delle imprese ascoltate ha dichiarato di non poter pagare gli stipendi e i contributi del personale nei prossimi 60 giorni. Alla paralisi dovuta alla pandemia da Coronavirus si aggiunge un ulteriore aggravamento, che è quello della burocrazia. Quasi tre quarti delle imprese ascoltate (il 74,8%) ritiene necessaria la sospensione delle regole di rilascio del DURC, il documento che attesta la regolarità contributiva di un’impresa.

© Riproduzione Riservata
Tag:
Il cielo di Paz
di Mari Albanese

Lettera di un’adolescente dalla sua quarantena

Oggi la mia rubrica ospita una lettera molto intensa scritta da un’adolescente che ci narra i suoi giorni di quarantena. Osservare la vita attraverso i social e distanti dagli affetti più importanti per i giovanissimi è stato molto faticoso. Possono i libri aiutare a lenire la solitudine?
Wanted
di Ludovico Gippetto

L’archeologia del “Do not cross” come tutela

Rubare nei siti archeologici è gravissimo. Un argomento molto caro all’archeologo Sebastiano Tusa, fermo sostenitore del principio del "Do not cross". Dove gli oggetti antichi vanno guardati ma non decontestualizzati rispetto all’ambiente di provenienza.
CapitaleMessina
di Gianfranco Salmeri

Dopo la pandemia non sarà mai come prima

Dopo una crisi così devastante come quella che stiamo superando, le cose non potranno tornare mai come prima, e non è neanche bene che ciò avvenga. Una riflessione sulla fase 2 dell'emergenza coronavirus di Gianfranco Salmeri.