Coronavirus, sopravvivere alla noia grazie alle RockStar :ilSicilia.it

Nella solitudine dell'isolamento

Coronavirus, sopravvivere alla noia grazie alle rockstar

di
31 Marzo 2020

Continuano i video sui social delle Rockstar internazionali che, con la loro musica, tengono compagnia ai fan che, a causa della pandemia di coronavirus, sono quindi costretti a stare in casa.

Oltre agli appuntamenti di cui abbiamo già parlato in “Coronavirus, sopravvivere grazie alle rockstar in quarantena“, sono tanti gli eventi e le surprise che ci regalano i nostri idoli.

Ad esempio, il cantautore canadese Neil Young ha deciso di tenere una serie di concerti chiamati Fireside sessions  dal momento che siamo tutti in casa – scrive – e in pochi si stanno avventurando fuori, proveremo a fare uno stream dal mio canale, con le riprese della mia adorabile moglie. Sarà una produzione casalinga”.

Quindi, state sul pezzo e controllate anche Facebook per gli aggiornamenti. La prossima performance sarà il 18 aprile.

Ed O'Brien Radiohead, invece, attraverso la loro piattaforma Radiohead public library, hanno messo a disposizione la registrazione del live Best kept secret festival del 2017. Nell’archivio sono stati pubblicati diversi contenuti con cui i fan possono passare il tempo.

Purtroppo, qualche giorno fa, Il chitarrista della band, Ed O’Brien ha rivelato di essere positivo al Covid-19 e noi gli facciamo i nostri migliori auguri di pronta guarigione.

Roger tylorRoger Taylor, batterista dei Queen, seguendo l’esempio del chitarrista e amico Bryan May, ha anche lui iniziato a dare lezioni di batteria su Instagram svelando segreti e trucchi.

Nel primo post Taylor ha scritto “Ciao, immagino ci siano un sacco di aspiranti batteristi annoiati là fuori, ecco quindi qualche piccolo segreto sul rullante e qualche altra cosa che non vi hanno mai detto, come ad esempio l’importanza del rimshot”.

Paul Stanley, KissAnche Paul Stanley, frontman dei Kiss, ha deciso di insegnare e raccontare, sui suoi social, il processo creativo di alcuni dei più grandi successi della band, come ad esempio “Love gun e “Every time I look at you” e, oltre a far sciogliere le fan… vedremo cos’altro posterà!

Aumentano anche le star che, invece, hanno scritto delle canzoni per i propri seguaci.

Jon Bon JoviJon Bon Jovi, dopo aver cantato “Livin ‘on a prayer”, ha scritto “Do what you can dando voce a tutti i suoi fan chiusi in casa.

Raccontatemi cosa state vivendo – aveva detto il leader su Instagram – ditemi cosa provate, ditemi se state male. Parlate della cerimonia del diploma che probabilmente salterà, parlate del ballo a cui probabilmente non potrete partecipare, parlate di quel bimbo in arrivo per il quale non potete fare nulla, parlate degli stipendi che state perdendo, parlate delle vostre paure. Guardate fuori dalle finestre e chiedetevi cosa fare di tutto questo. Ma ricordatevi, ne usciremo”.

Billie Joe Armstrong  dei Green Day  ha lanciato la cover di “I think we’re alone now”, scritta da Ritchie Cordell nel ’67, che ha registrato in questi giorni a casa perché: “se dobbiamo passare questo tempo in isolamento, almeno possiamo stare soli ma insieme”.

Il punkettaro aveva in precedenza contribuito alla raccolta fondi organizzata negli Stati Uniti “Living room concert for America” esibendosi in diretta streaming dal suo salotto come anche Dave Grohl, Elton John, Billie Joe, tanti alti e per ultimi i Backstreet Boys  che hanno fatto impazzire le fan con la virtual reunion  cantando “I want It that way.

Michael Stipe REMMichale Stipe, l’ex leader dei R.E.M., non è la prima volta che consola gli amanti della musica.

Questa volta ha deciso di pubblicare attraverso i suoi canali social un video della versione demo di “No time for love like now. Infatti canta “Non è tempo di pazzie, non è tempo di discussioni, non c’è un tempo migliore di adesso per l’amore”, scrivendo: “Ecco un provino…“.

Lian GallagherMentre Liam Gallagher ha, per una volta, usato bene il suo discutibile temperamento. Attraverso il suo profilo Instagram, ha lanciato dei video per lavarsi bene le mani trasformando alcune evergreen degli Oasis in “Wonderwash”, Soapersonic, Champagne soapernova e altri suoi brani da solista.

Iggy Pop e Josh Homme hanno deciso di trasmettere in streaming  e gratuitamente il film  documentario”American Valhalla“, che racconta la realizzazione dell’album “Post pop depressionper”, per tutti i fan chiusi nelle loro case.

Iggy PopCi stiamo impegnando davvero molto per farvi rimanere a casa. Pertanto, abbiamo una sorpresa per voi – ha dichiarato Iggy in un messaggio pubblicato sui suoi canali social -. Siamo davvero contenti ed entusiasti del fatto che Eagle Rock abbia deciso di condividere e pubblicare questo vero tesoro, avendo la possibilità di rivivere tutti insieme Post pop depression“.

Purtroppo il Covid-19 ha colpito, tra le tante vittime, Alan Merrill, musicista ricordato soprattutto per essere l’autore di “I Love Rock ‘N’ Roll”, che si è spento domenica 29 marzo. L’artista aveva 69 anni e a dare la triste notizia è stata sua figlia Laura.

© Riproduzione Riservata
Tag:

La GiombOpinione

di Il Giomba

L’epoca dell’ansia

Accusano i giovani di non buttarsi e di aver sempre più paura: siamo sicuri che sia soltanto colpa loro? Non sempre, infatti, le cose sono come sembrano...

Blog

di Renzo Botindari

Sei sempre tu “uomo del mio tempo”

E si, ci sono periodi e questi sono quelli delle mutazioni genetiche, i più fortunati stanno afferrando le scialuppe di salvataggio e qualcuno ha pure fatto fuoco su gli altri fuggitivi pur di avere un posto, gli altri provano a rifarsi una verginità

Fenomeno serie tv

di Michele Lombardo

Dagli sceneggiati alle serie TV

Mi sono avvicinato alla serialità televisiva negli anni 70, quando esisteva solo la Rai che trasmetteva con grande successo di ascolti, quelli che a quei tempi venivano chiamati sceneggiati tv
Banner Telegram

In Primis la Sicilia

di Maurizio Scaglione

Covid 19… per un nemico in più

Era il 1982, Riccardo Cocciante pubblicava il suo album ”Cocciante” e la canzone di successo fu “Per un amico in più”. In questa canzone il grande Riccardo ci descrive cosa non si fa per un amico in più.

Fuori dal coro

di Pietro Busetta

Classe dominante estrattiva

Nel mio ultimo saggio intitolato il lupo e l’agnello, pubblicato da Rubbettino, nelle librerie dal 1 luglio, tra i motivi del mancato sviluppo del Sud metto in evidenza quello della presenza di una classe dominante estrattiva

Alpha Tauri

di Manlio Orobello

Il Re traditore

Il 2 giugno 1946, con la proclamazione della Repubblica Italiana veniva scritta la parola fine alla monarchia e con essa alla guida dello stato  da parte della casa Savoia.

Segreti e non misteri

di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin