Coronavirus, Stabilimenti balneari Taormina preoccupati per la stagione: "Intervenga Musumeci" :ilSicilia.it
Messina

"Serve tavolo tecnico regionale"

Coronavirus, Stabilimenti balneari Taormina preoccupati per la stagione: “Intervenga Musumeci”

di
22 Aprile 2020

In attesa di capire se la stagione balneare potrà partire e se anche le spiagge libere saranno fruibili, il Comitato Stabilimenti Balneari Taormina scrive al presidente della Regione Siciliana, Nello Musumeci (e anche agli assessori regionali Manlio Messina e Totò Cordaro, e al sindaco Mario Bolognari) e “in rappresentanza dei concessionari ed esercenti degli stabilimenti balneari di Taormina” fa “alcune valutazioni e proposte in relazione alla ripresa a seguito dell’emergenza sanitaria”.

Il Coordinamento è costituito dall’avvocato Claudio Ambrogetti, da Giacomo Mendolia (Isolabella) Fabrizio Spartà (Mazzarò), Dominic Moschella (Spisone) e Carmelo Lo Turco (Mazzeo) insieme all’avv. Filippo Patanè.

«Gli imprenditori balneari, per la maggior parte sono dediti alla conduzione delle loro attività con le loro intere famiglie, e la professionalità è quella di una “famiglia allargata” di lavoratori del settore, oggi fortemente preoccupati per la ripresa, il loro tenore di vita, le prospettive per il futuro. Riteniamo assodata l’importanza delle strutture balneari, per la fruizione del mare, per la garanzia dei servizi sanitari e di assistenza ai bagnanti, per la cura e manutenzione delle spiagge, per la promozione della Sicilia, della sua cultura dell’ospitalità, la sua natura e il cibo. Il turismo di prossimità può essere un supporto contingente ma non strutturale: la priorità, compatibilmente con le condizioni sanitarie nazionali ed internazionali, deve essere quella di dimostrare di essere immediatamente pronti ad accogliere i flussi del mercato interno e, poi, internazionale, in particolare nella nostra Taormina. La richiesta è di concentrarsi sull’attività di promozione, da coordinarsi anche attraverso le associazioni di categoria o strutture intermedie, definendo subito un messaggio positivo, di una Sicilia attenta ai protocolli sanitari, attiva e pronta a ripartire, senza farci assorbire da pastoie, interessi parziali o preferenze di sorta».

Parco Nax-Tao, Taormina, Teatro
Parco Nax-Tao, Taormina, Teatro

Il Comitato, “apprezzando la recente ordinanza che ha concesso alle strutture di effettuare attività di manutenzione, ripristino, bonifica ed istallazione elle attrezzature”, chiede che “si autorizzi, compatibilmente con le prescrizioni del comitato tecnico-scientifico, la riapertura degli esercizi il più presto possibile”.

Si richiede di “disporre con congruo anticipo, le prescrizioni di prevenzione sanitaria ritenute opportune ma col minore aggravio strutturale per gli esercenti, emettendo tempestivamente apposito protocollo al fine di consentire di disporre di tempo sufficiente per l’applicazione delle stesse e la formazione del personale”.

Sollecitata poi “la soppressione o la congrua riduzione del canone demaniale per il corrente anno, ritenuto per certo il ritardo nell’apertura e la ragionevole probabilità di non godere dei medesimi flussi reddituali” e “la proroga delle concessioni demaniali marittime al 2033”, e “misure fiscali di emergenza”.

Il Comitato chiede l’avvio di “un tavolo tecnico regionale, per la promozione ed marketing, con il compito di selezionare adeguate tecniche di comunicazione e di promozione, individuando sia metodi efficienti sia gli obbiettivi ed mercati che ne siano efficacemente destinatari, al fine di garantire un rapido ritorno ai volumi precedenti e consolidare la posizione del mercato turistico siciliano nell’ottica di una necessaria ripresa”. “Comprendiamo la gravità della situazione, ma chiediamo un impegno attivo e solidale per l’economia e l’occupazione del nostro settore e delle nostre comunità”.

© Riproduzione Riservata
Tag:

Blog

di Renzo Botindari

La Cosa Giusta

Il mio mondo è pieno di individui che hanno preso le scorciatoie e che con la loro scarsa morale minano alla base giornalmente i nostri principi essendo esempio di una classe vincente

Rosso di sera

di Elio Sanfilippo

Fine del Referendum?

Il voto delle amministrative del 12 giugno, i suoi risultati, con l’esultanza dei vincitori e la delusione degli sconfitti con il carico di polemiche e di recriminazioni, ha messo in ombra fino alla sua rimozione

Fenomeno serie tv

di Michele Lombardo

Remake e Reboot: un fenomeno in crescita

Non è certo un fenomeno nuovo, ma negli ultimi anni con l'avvento delle piattaforme streaming e il conseguente aumento della produzione di serie tv, i remake e i reboot ( in italiano rifacimento e riavvio) sono diventati molto frequenti. La differenza tra i due termini è sostanziale:

In Primis la Sicilia

di Maurizio Scaglione

Vota e fai votare…. ma pensa con la tua testa

Vi ricordate quando, parliamo anni 60 e 70 , durante il periodo elettorale,  passavano per i quartieri le vecchie Fiat 600 con il megafono montato nel portabagagli sul tetto e gridavano con voce decisa, vota e fai votare Pinuccio Tal dei tali, per il tuo futuro , per il futuro dei tuoi figli, per il lavoro

Fuori dal coro

di Pietro Busetta

Il colpo di mano sull’autonomia differenziata

Subdolamente con un inserimento nella legge di bilancio sta passando l’autonomia differenziata. Si tratta di un collegato alla legge di bilancio fatto passare nella notte che sta riportando il tema dell’autonomia in corsa per essere approvato.