Coronavirus, Ugl Sicilia: "Maggiori controlli sulla sicurezza e sblocco dei pagamenti" :ilSicilia.it

Le richieste del sindacato

Coronavirus, Ugl Sicilia: “Maggiori controlli sulla sicurezza e sblocco dei pagamenti”

30 Marzo 2020

Chiediamo al Presidente della Regione Siciliana, Nello Musumeci e all’Assessore alla Salute Ruggero Razza di volere intervenire per verificare la corretta applicazione delle istruzioni operative per la regolamentazione delle misure per il contrasto e il contenimento della diffusione del virus Covid 19 negli ambienti di lavoro”.

Così il Segretario Ugl Sicilia, Giuseppe Messina e il Segretario regionale Aggiunto dell’Ugl, Giuseppe Scannella, intervenendo a seguito delle tante segnalazioni di lavoratori iscritti all’Ugl del settore pubblico e del privato del Tpl, raccolte dal sindacato nei giorni scorsi sull’emergenza Coronavirus.

Come Ugl segnaliamo che sulla informativa delle istruzioni operative contenute nel suddetto Protocollo – proseguono –  talune aziende del pubblico e del privato del Trasporto pubblico locale hanno operato in maniera difforme e soprattutto non hanno ancora distribuito i fondamentali presidi (Dpi) come le mascherine per contrastare nel luogo di lavoro il diffondersi del virus”.

“In merito al ritardo dei fondi stanziati dalla Regione relativi al primo trimestre 2020  necessari a garantire il pagamento con puntualità delle retribuzioni ai lavoratori del Trasporto pubblico locale, che nonostante l’emergenza sanitaria in atto continuano responsabilmente a lavorare  – aggiungono i sindacalisti – chiediamo al Governatore della Sicilia di intervenire con autorevolezza per lo sblocco dei relativi decreti di pagamento per destinare finalmente gli stipendi a migliaia di lavoratori del Tpl pubblico e privato e rasserenare le famiglie in questo momento di grave emergenza sanitaria ed economica”.

Molti datori di lavoro nel settore del Tpl – concludono Messina e Scannella – hanno già avviato le procedure con i sindacati per la richiesta di ammortizzatori sociali per il proprio personale dipendente ed il clima nel settore si fa sempre più teso, per cui lo sblocco dei pagamenti servirebbe a restituire un clima di fiducia”.

© Riproduzione Riservata
Tag:
Il cielo di Paz
di Mari Albanese

Lettera di un’adolescente dalla sua quarantena

Oggi la mia rubrica ospita una lettera molto intensa scritta da un’adolescente che ci narra i suoi giorni di quarantena. Osservare la vita attraverso i social e distanti dagli affetti più importanti per i giovanissimi è stato molto faticoso. Possono i libri aiutare a lenire la solitudine?
Wanted
di Ludovico Gippetto

L’archeologia del “Do not cross” come tutela

Rubare nei siti archeologici è gravissimo. Un argomento molto caro all’archeologo Sebastiano Tusa, fermo sostenitore del principio del "Do not cross". Dove gli oggetti antichi vanno guardati ma non decontestualizzati rispetto all’ambiente di provenienza.
CapitaleMessina
di Gianfranco Salmeri

Dopo la pandemia non sarà mai come prima

Dopo una crisi così devastante come quella che stiamo superando, le cose non potranno tornare mai come prima, e non è neanche bene che ciò avvenga. Una riflessione sulla fase 2 dell'emergenza coronavirus di Gianfranco Salmeri.