Coronavirus, vergogna a Siracusa: da 20 giorni in attesa dei risultati, esami smarriti :ilSicilia.it
Siracusa

L'incredibile storia di Fabrizio, un giovane di 36 anni

Coronavirus, vergogna a Siracusa: da 20 giorni in attesa dei risultati, esami smarriti

1 Aprile 2020

Si sono presentati stamane a casa per fargli il quarto tampone. Verrebbe da sorridere se non si trattasse di una situazione drammatica che Fabrizio, 36 anni, messinese da anni residente a Siracusa, sta vivendo da venti giorni.

Fabrizio si trova a casa in isolamento dal 13 marzo, da quando ha accusato i primi sintomi di febbre e tosse. Ma da quel giorno è iniziata la sua odissea per capire se sia o meno positivo al Coronavirus.

Un’odissea che ha coinvolto anche la figlia di 4 anni, anche lei con febbre e tosse. Fabrizio esegue il primo tampone e una tac toracica il 18 marzo e torna a casa in attesa del risultato. Non avendo avuto notizie prova a chiamare l’Asp e giorno 24 viene a sapere che i tamponi eseguiti i giorni 18 e 19 sono stati smarriti. Giorno 25 esegue un altro esame.

Lunedì scorso Fabrizio non ha ancora notizie e chiama l’Asp ma inutilmente. Poi riceve una chiamata nella quale un medico dell’Azienda di Siracusa gli chiede di poter fare il tampone a domicilio. Il 36enne acconsente al terzo tampone, ma è disperato anche perché i medici non sanno dei due tamponi precedenti. I sanitari riferiscono che il risultato sarebbe stato pronto in 3-4 giorni.

Ed invece stamane, dopo tre giorni, l’ennesima telefonata dell’Asp: “Mi hanno spiegato che il materiale prelevato era stato insufficiente – spiega Fabrizio – Eppure mi avevano fatto un tampone nasale e nel cavo orale. Mi hanno assicurato che oggi sarebbe arrivato personale più qualificato. Stentavo a credere a quello che mi stavano dicendo. Mii hanno detto che mancano i reagenti ma probabilmente se mi fossi sottoposto al tampone stamane l’avrebbero portato oggi a Catania dove potevano far eseguire il test. Ho accettato e mi hanno fatto il quarto tampone soltanto nasale”.

Fortunatamente Fabrizio e sua figlia, che vivono comunque in case diverse, non hanno più febbre ma al momento solo tosse.

© Riproduzione Riservata
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Magistratura e politica

Dal blog "Segreti e non misteri", Alberto Di Pisa riflette sul difficile rapporto fra magistratura e politica, in uno sistema di diritto come quello italiano.
CapitaleMessina
di Gianfranco Salmeri

Dopo la pandemia non sarà mai come prima

Dopo una crisi così devastante come quella che stiamo superando, le cose non potranno tornare mai come prima, e non è neanche bene che ciò avvenga. Una riflessione sulla fase 2 dell'emergenza coronavirus di Gianfranco Salmeri.