Coronavirus: via ai controlli a tappeto con i droni a Palermo :ilSicilia.it
Palermo

LO HA DECISO LEOLUCA ORLANDO

Coronavirus: via ai controlli a tappeto con i droni a Palermo

di
12 Aprile 2020

“Sabato 11 aprile, alle ore 12.00 al Foro Italico, di fronte Piazza della Kalsa, abbiamo presentato le attività di controllo del territorio mediante droni“. Lo rende noto il Comune di Palermo.

Stretta sui controlli, dunque, nel Capoluogo siciliano, vista l’emergenza Coronavirus.

droni“L’utilizzo di sistemi di aeromobili a pilotaggio remoto (SAPR o “droni”) per il controllo del territorio da parte delle polizie locali è previsto da una circolare del Dipartimento di Pubblica Sicurezza, nell’ambito delle misure di  contrasto e contenimento della diffusione del virus COVID-19. La presentazione è avvenuta alla presenza del sindaco Leoluca Orlando, del vicesindaco Fabio Giambrone e del comandante della Polizia Municipale, Vincenzo Messina“.

La novità era stata annunciata pochi giorni fa dal sindaco nel corso della seduta del Consiglio comunale che si è svolta in videoconferenza. I controlli riguarderanno varie zone della città, soprattutto in vista delle festività pasquali.

 

 

© Riproduzione Riservata
Tag:

‘La caduta, eventi e protagonisti in Sicilia: 1972-1994’: l’analisi di Calogero Pumilia

Calogero Pumilia, per oltre vent’anni deputato democristiano, nel suo “La Caduta. Eventi e protagonisti in Sicilia 1972-1994“, in libreria in questi giorni, ci offre un contributo in questo senso regalandoci una lettura dal di dentro che consente di farci scoprire come molte leggende metropolitane, spacciate per verità storica, debbano essere riviste.
Blog
di Giovanna Di Marco

Lidliota. E non è un romanzo

Ora mi chiedo come ci siamo ridotti se davvero su internet vanno a ruba le scarpe vendute alla Lidl a prezzi esorbitanti, perché pare che
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin