Corruzione al Comune di Palermo, le opposizioni: "Intervenga la commissione Antimafia" :ilSicilia.it
Palermo

CON LA SOLA ECCEZIONE DI FORZA ITALIA

Corruzione al Comune di Palermo, le opposizioni: “Intervenga la commissione Antimafia”

di
2 Marzo 2020

Una nota congiunta da parte di tutta l’opposizione, con la sola eccezione di Forza Italia, è stata indirizzata al presidente del consiglio Salvatore Orlando e al sindaco di Palermo Leoluca Orlando.

Il documento vede la firma dei consiglieri di Oso, Movimento 5 Stelle, Coraggiosi e Lega.

I consiglieri chiedono ad Orlando una riunione urgente per avviare un confronto schietto e pubblico su quanto è successo e per fare il punto sugli atti, provvedimenti e procedimenti a cui hanno partecipato i funzionari comunali indagati.

Inoltre chiedono l’intervento immediato della commissione regionale Antimafia per fare chiarezza su quanto è avvenuto e anche di istituire una commissione Garanzia e Trasparenza per avviare tutte le opportune e necessarie iniziative di verifica e controllo sull’ente locale e per promuovere azioni volte ad assicurare imparzialità e il buon andamento della pubblica amministrazione.

Ci auspichiamo – scrivono i consiglieri comunali –,  l’adesione di tutti gli altri consiglieri comunali perché non esiste una distinzione fra forze di maggioranza e di opposizione di fronte alla questione morale, legale e di trasparenza che deve essere affrontata senza indugio”.

© Riproduzione Riservata
Tag:
L'angolo della dietista
di Marina Sutera

Empatia e dieta

L’importanza della relazione con il professionista della salute, in una dieta per raggiungere il peso desiderabile e la cura delle emozioni. Cos'è l'empatia?
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Scandali in Vaticano

E’ di questi giorni lo scandalo che ha coinvolto il Vaticano e ha portato alla decisione di Papa Francesco di far dimettere il cardinale Angelo Becciu, diplomatico di carriera, dalla guida della Congregazione dei Santi e dalle funzioni di cardinale.
Come se fosse Antani
di Giovanna Di Marco

Docenti indecenti

Noi docenti siamo dei ladri: abbiamo tre mesi di vacanza in estate, rubiamo lo stipendio anche durante le vacanze di Natale e di Pasqua, per