Corsa contro il tempo per la manovra di bilancio all'Ars. Ci sono gli allegati, manca il bilancio [Download Documenti] | ilSicilia.it :ilSicilia.it

Regione punta a trasferire in proprietà immobili per un valore di 59 milioni di euro

Corsa contro il tempo per la manovra di bilancio all’Ars. Ci sono gli allegati, manca il bilancio [Download Documenti]

di
21 Dicembre 2016
La bacchettata di Giovanni Ardizzone al Governo sui ritardi nella trasmissione della manovra di bilancio per il 2017 è servita a dare un’accelerazione nonostante i tempi rimangano strettissimi e il fantasma dell’esercizio provvisorio continui ad aleggiare nei corridoi di Palazzo dei Normanni. Rosario Crocetta di gran corsa ha inviato il testo della legge di stabilità regionale con gli allegati che contengono i fondi per il rifinanziamento delle leggi di spesa, con un taglio di circa 75 milioni di euro.
[Download Legge di Stabilità]
[Download Allegato fondi di rifinanziamento]

Alla documentazione che vi pubblichiamo in esclusiva, manca il bilancio di previsione, che il presidente della Regione s’è impegnato a depositare in breve tempo, questione di ore. Come annunciato, la legge di stabilità contiene 15 articoli, più due tecnici. Ci sono i fondi per i precari e anche per i comuni, oltre alle norme sui lavoratori Asu, la liquidazione degli enti, i consorzi di bonifica e la vendita dei beni degli ex Consorzi Asi. A sorpresa spunta una norma con la quale la Regione punta a trasferire in proprietà, entro i primi sei mesi del prossimo anno, immobili per un valore di 59 milioni di euro a un fondo immobiliare che sarà acquisito interamente, entro il 28 febbraio prossimo, dal Fondo pensioni dei dipendenti regionali.

L’acquisizione, scrive il governo, assicura al Fondoun rendimento netto pari ad almeno il rendimento attuale delle corrispondenti risorse finanziarie per l’acquisto aumentato del 30 per cento”. Per effetto dell’operazione, ‘esecutivo stima in entrata nel bilancio della Regione per il 2017, la somma di 20 milioni di euro, “pari al 35% del capitale netto del Fiprs“. Proprio qualche giorno fa, il governo ha designato alla presidenza del Fondo pensioni Nelli Scilabra, l’ex assessore alla Formazione, fedelissima di Crocetta. La nomina deve però passare al vaglio della commissione Affari istituzionali dell’Ars. Non appena riceverà anche il bilancio, la Presidenza dell’Ars assegnerà i documenti alle commissioni parlamentari per l’esame sul merito delle norme, poi l’incartamento passerà alla commissione Bilancio. Qui si capirà se attorno ai documenti si potrà trovare l’intesa, evitando di appesantire il testo con emendamenti che potrebbero far saltare tutto. Il termine ultimo per l’approvazione della manovra è il 31 dicembre, anche se la sessione di bilancio potrebbe proseguire anche fino a metà gennaio. Se ci sarà l’assalto alla diligenza invece l’assessore all’Economia, Alessandro Baccei, è pronto a tirare fuori dal cassetto l’esercizio provvisorio.
© Riproduzione Riservata
Tag:

Fenomeno serie tv

di Michele Lombardo

Una estate ricca di novità

L'estate è da sempre una stagione in cui i palinsesti delle tv in chiaro sono pieni di repliche di film e programmi tv. Film come Lo squalo, Pretty woman e la saga della Principessa Sissi sono delle presenze quasi costanti nelle programmazioni estive di molte tv

Blog

di Renzo Botindari

Election Day! Che bella parola

Nessuno mette in discussione che la nostra classe politica sappia fare dialettica e litigare a difesa delle proprie posizioni, o sappia addirittura demonizzare l’avversario, ma alla fine della elezioni chi uscirà vincitore dovrà governare

Rosso di sera

di Elio Sanfilippo

Primarie: un pasticcio alla siciliana

Nelle settimane scorse mentre dirigenti del PD siciliano si sbracciavano per spingere i propri iscritti e simpatizzanti a partecipare alle primarie e sostenere con il voto Caterina Chinnici, la candidata del partito, a Roma si consumava l’esperienza del governo Draghi.

In Primis la Sicilia

di Maurizio Scaglione

Vota e fai votare…. ma pensa con la tua testa

Vi ricordate quando, parliamo anni 60 e 70 , durante il periodo elettorale,  passavano per i quartieri le vecchie Fiat 600 con il megafono montato nel portabagagli sul tetto e gridavano con voce decisa, vota e fai votare Pinuccio Tal dei tali, per il tuo futuro , per il futuro dei tuoi figli, per il lavoro