Corso Tukory, gli ruba il cellulare e colpisce la vittima con il casco: arrestato a Palermo :ilSicilia.it

la rapina in centro storico

Corso Tukory, gli ruba il cellulare e colpisce la vittima con il casco: arrestato a Palermo

di
18 Gennaio 2021

La polizia, a distanza di pochi minuti da una rapina notturna consumata su strada, ne ha chiarito i contorni, ha rintracciato l’autore ed ha recuperato e riconsegnato il maltolto alla vittima.

Qualche notte addietro, Corso Tukory e Ballarò sono stati il perimetro entro il quale si sono mossi con disinvoltura un rapinatore ed un ricettatore palermitani, protagonisti della più classica delle rapine “mordi e fuggi” i cui guadagni finiscono sovente per alimentare il fiorente mercato “nero” cittadino.

Intorno alle 4:00, un giovane palermitano ha denunciato ad un posto di polizia del centro cittadino di avere poco prima subito una rapina su strada, in corso Tukory, ad opera di un giovane motociclista. La vittima ha asserito di essere stata avvicinata dal rapinatore con il pretesto della richiesta dell’orario, di essere stata aggredita e costretta a cedere il cellulare. Durante le concitate fasi della rapina, l’aggressore avrebbe anche tentato di colpire il malcapitato con il casco, prima di darsi alla fuga.

Il denunciante ha corredato le proprie dichiarazioni con una compiuta descrizione dell’aggressore, nonché del mezzo di locomozione da quest’ultimo usato che sono stati tempestivamente condivisi, via radio, con gli equipaggi dispiegati nella zona del centro storico. Una pattuglia dell’Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico impegnata specificamente nei servizi di controllo volti a sanzionare le violazioni compiute da ingiustificate presenze su strada di cittadini, ha riconosciuto nella descrizione resa dalla vittima, dell’aggressore, un motociclista controllato qualche minuto prima in piazza Montalto che aveva giustificato la sua presenza in strada con la necessità di raggiungere una farmacia di turno. Del giovane, un 26enne con precedenti di polizia per reati predatori, i poliziotti avevano annotato anche il domicilio di Ballarò, nel contesto dell’autocertificazione redatta direttamente dal malvivente e consegnata ai poliziotti.

In quel domicilio di Ballarò sono piombati gli agenti, pochi minuti dopo avere appreso della rapina: all’interno è stato sorpreso il malvivente con ancora indosso gli abiti usati in corso di rapina. Dopo una iniziale fase di tentennamento, l’uomo, messo alle strette, ha ammesso le sue responsabilità ed ha raccontato di avere già “piazzato” il cellulare della vittima ad un ricettatore alla cui identità i poliziotti sono risaliti, essendo anch’egli residente a Ballarò.  Anche in questo caso, la perquisizione domiciliare è andata a buon fine ed ha portato al rinvenimento del cellulare che è stato riconsegnato al legittimo proprietario. I due giovani sono stati denunciati, rispettivamente per i reati di rapina e ricettazione.

© Riproduzione Riservata
Tag:

Blog

di Renzo Botindari

La Cosa Giusta

Il mio mondo è pieno di individui che hanno preso le scorciatoie e che con la loro scarsa morale minano alla base giornalmente i nostri principi essendo esempio di una classe vincente

Rosso di sera

di Elio Sanfilippo

Fine del Referendum?

Il voto delle amministrative del 12 giugno, i suoi risultati, con l’esultanza dei vincitori e la delusione degli sconfitti con il carico di polemiche e di recriminazioni, ha messo in ombra fino alla sua rimozione

Fenomeno serie tv

di Michele Lombardo

Remake e Reboot: un fenomeno in crescita

Non è certo un fenomeno nuovo, ma negli ultimi anni con l'avvento delle piattaforme streaming e il conseguente aumento della produzione di serie tv, i remake e i reboot ( in italiano rifacimento e riavvio) sono diventati molto frequenti. La differenza tra i due termini è sostanziale:

In Primis la Sicilia

di Maurizio Scaglione

Vota e fai votare…. ma pensa con la tua testa

Vi ricordate quando, parliamo anni 60 e 70 , durante il periodo elettorale,  passavano per i quartieri le vecchie Fiat 600 con il megafono montato nel portabagagli sul tetto e gridavano con voce decisa, vota e fai votare Pinuccio Tal dei tali, per il tuo futuro , per il futuro dei tuoi figli, per il lavoro

Fuori dal coro

di Pietro Busetta

Il colpo di mano sull’autonomia differenziata

Subdolamente con un inserimento nella legge di bilancio sta passando l’autonomia differenziata. Si tratta di un collegato alla legge di bilancio fatto passare nella notte che sta riportando il tema dell’autonomia in corsa per essere approvato.