Cosa Nostra regalava la spesa ai poveri nel lockdown, Cusimano: "Faccio azioni caritatevoli" :ilSicilia.it
Palermo

le parole del boss arrestato a Palermo

Cosa Nostra regalava la spesa ai poveri nel lockdown, Cusimano: “Faccio azioni caritatevoli”

di
26 Gennaio 2021

 

Giuseppe Cusimano, 37 anni, arrestato oggi nel blitz antimafia a Palermo con l’accusa di essere al vertice del clan dello Zen, in un’intervista dello scorso aprile a proposito dei pacchi con cibo per i poveri, aveva detto: “La mia è stata un’azione caritatevole con l’associazione padre Pio dello Zen e con altre di diversi quartiere: raccogliere la spesa per persone che hanno bisogno. Non ho imposto nulla, non volevo dimostrare nulla se non fare un gesto buono in questo momento in cui alcune persone non hanno neanche un euro per mangiare”. Cusimano, sposato con tre figli, è fratello di Nicolò con condanne per droga e mafia, l’ultima a 8 anni per associazione mafiosa.

Durante il lockdown in via Luigi Einaudi, allo Zen, erano stati distribuiti sacchetti colmi di generi alimentari per sua iniziativa. “Ho un precedente penale per lesioni a un poliziotto – diceva Cusimano – Ero giovane e ho pagato. Non ho mai visto questo Lo Piccolo e con Serio (due mafiosi ndr) è possibile che ci siamo visti: nel quartiere ci conosciamo tutti. Poi io vendo bombole di gas potrei avergliene portata una a casa”.

“Sono stato contattato da un mio amico dell’esercito – ha raccontato – che mi ha chiesto una mano per chiedere ai negozianti se potevano donare qualche aiuto alimentare. Noi vendevamo bombole allo Zen portavamo gas in tutte le case. L’ho chiesto anche sulla mia pagina Facebook che è pubblica. Ho chiesto anche 5 euro agli amici sempre pubblicamente. Nessuna imposizione e nessuna prova di potere. Io ho un deposito di bombole e un distributore di benzina. Sono arrabbiato perché mi accusano di aiutare la gente per mafia“.

 

LEGGI ANCHE

Mafia, guerra per la reggenza del mandamento di Tommaso Natale: 16 arresti | VIDEO

 

 

 

© Riproduzione Riservata
Tag:
Alpha Tauri
di Manlio Orobello

Vaccini, basta chiacchiere!

La consueta girandola dei colori delle regioni italiane colpisce ancora. Sembra di guardare dentro un caleidoscopio nel quale le forme ed i colori cambiano ad ogni movimento dell’oggetto

In ricordo del Gattopardo: un romanzo che ci aiutò a capire la Sicilia e i siciliani

L’11 novembre 1958, usciva per i tipi della casa editrice Feltrinelli, Il Gattopardo, capolavoro e unico romanzo di Giuseppe Tomasi principe di Lampedusa. Il successo editoriale, in parte inaspettato, fu eccezionale, le edizioni si susseguirono una dopo l’altra con un ritmo che si riscontra in pochissimi casi per quanto riguarda il nostro panorama editoriale
Blog
di Giovanna Di Marco

Lidliota. E non è un romanzo

Ora mi chiedo come ci siamo ridotti se davvero su internet vanno a ruba le scarpe vendute alla Lidl a prezzi esorbitanti, perché pare che
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin