Covid, +30% di disturbi psichiatrici e meno di 1000 specialisti in 2 anni :ilSicilia.it

L'appello delle società scientifiche

Covid, +30% di disturbi psichiatrici e meno di 1000 specialisti in 2 anni

di
25 Maggio 2022

Gli esperti di dieci società scientifiche della psichiatria italiana hanno stimato che in soli due anni si conteranno 1000 psichiatri in meno a fronte di un aumento del 30% dei disturbi mentali.

È ciò che è emerso in un incontro organizzato dalla Società Italiana di Neuropsicofarmacologia, che ha coinvolto altre Società scientifiche del settore, tra le quali la Società italiana di Psichiatria, di Neuropsichiatria dell’Infanzia e dell’Adolescenza, di Psichiatria delle Dipendenze e la Federazione Italiana degli Operatori dei Dipartimenti e dei Servizi delle Dipendenze.

I dati mostrano infatti che l’Italia è attualmente tra gli ultimi paesi in Europa nell’ambito della salute mentale, anche perché nonostante il finanziamento della Commissione Europea, non si vede, tra le risorse destinate dal PNRR, il Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza, un solo euro destinato alla Salute Mentale. A questo si aggiungono i numerosi pensionamenti e le dimissioni, che porteranno da qua al 2025, ad una carenza di almeno 1000 medici.

Si stima invece un incremento del 30% di diagnosi di depressione e altre patologie psichiche, causato da due anni di pandemia da Sars-CoV2, cui si aggiunge la preoccupazione per la guerra in Ucraina e in generale, l’ansia e l’angoscia per altre malattie. L’aumento dei casi inoltre sarà in prevalenza tra i giovani, i più colpiti in questi anni di pandemia.

Il rischio è quindi quello di non potere garantire i servizi minimi ai pazienti affetti da disturbi psichici e l’assistenza specialistica necessaria.

Da qui l’appello lanciato dalle Società per la creazione urgente di un’agenzia nazionale per la Salute Mentale per risollevare questo settore e dare aiuto a chi soffre.

© Riproduzione Riservata
Tag:

Blog

di Renzo Botindari

La Cosa Giusta

Il mio mondo è pieno di individui che hanno preso le scorciatoie e che con la loro scarsa morale minano alla base giornalmente i nostri principi essendo esempio di una classe vincente

Rosso di sera

di Elio Sanfilippo

Fine del Referendum?

Il voto delle amministrative del 12 giugno, i suoi risultati, con l’esultanza dei vincitori e la delusione degli sconfitti con il carico di polemiche e di recriminazioni, ha messo in ombra fino alla sua rimozione

Fenomeno serie tv

di Michele Lombardo

Remake e Reboot: un fenomeno in crescita

Non è certo un fenomeno nuovo, ma negli ultimi anni con l'avvento delle piattaforme streaming e il conseguente aumento della produzione di serie tv, i remake e i reboot ( in italiano rifacimento e riavvio) sono diventati molto frequenti. La differenza tra i due termini è sostanziale:

In Primis la Sicilia

di Maurizio Scaglione

Vota e fai votare…. ma pensa con la tua testa

Vi ricordate quando, parliamo anni 60 e 70 , durante il periodo elettorale,  passavano per i quartieri le vecchie Fiat 600 con il megafono montato nel portabagagli sul tetto e gridavano con voce decisa, vota e fai votare Pinuccio Tal dei tali, per il tuo futuro , per il futuro dei tuoi figli, per il lavoro

Fuori dal coro

di Pietro Busetta

Il colpo di mano sull’autonomia differenziata

Subdolamente con un inserimento nella legge di bilancio sta passando l’autonomia differenziata. Si tratta di un collegato alla legge di bilancio fatto passare nella notte che sta riportando il tema dell’autonomia in corsa per essere approvato.