Covid, 5 milioni ai teatri siciliani, Messina: "Al via i pagamenti" :ilSicilia.it

Ristori economici per la cultura

Covid, 5 milioni ai teatri siciliani, Messina: “Al via i pagamenti”

di
9 Giugno 2021

In questi giorni i teatri siciliani, sia pubblici che privati, stanno ricevendo i pagamenti della Regione Siciliana a titolo di ristoro per i danni provocati dall’emergenza pandemica.

L‘assessorato del Turismo, sport e spettacolo, dopo aver provveduto a stilare la graduatoria, individuando i soggetti ammessi, sta procedendo celermente alla liquidazione dei circa cinque milioni di euro stanziati dalla legge Finanziaria.

Una risposta concreta – spiega l’assessore Manlio Messinaal mondo del teatro. Interveniamo, infatti, a sostegno di attività culturali legate al teatro, anche queste particolarmente colpite dalla pandemia e da mesi in grandissima crisi. Abbiamo speso tutte le risorse disponibili, incrementando la dotazione di oltre il 65 per cento per dare la possibilità a tutti i teatri, pubblici e privati, di progettare per tempo la prossima stagione avendo fondi sui quali poter contare per proseguire in futuro l’attività”.

“Altri aiuti – prosegue l’esponente del governo Musumeci – arriveranno presto per i lavoratori di questo settore, penso ai service, ad attori e registi e alle maestranze che rendono possibili gli spettacoli. Ringrazio gli uffici dell’assessorato che in tempi record, con grande senso di responsabilità, hanno provveduto a esaminare i documenti per arrivare alla definizione degli assegnatari e alle relative liquidazioni degli aiuti”.

 

© Riproduzione Riservata
Tag:

Alpha Tauri

di Manlio Orobello

Il Re traditore

Il 2 giugno 1946, con la proclamazione della Repubblica Italiana veniva scritta la parola fine alla monarchia e con essa alla guida dello stato  da parte della casa Savoia.

Rosso di sera

di Elio Sanfilippo

La Repubblica compie 75 anni!

Una delle cause principali delle difficoltà in cui versa il Paese, segnato da uno sbandamento anche morale, da una involuzione culturale e civile, nasce sicuramente dall’avere smarrito il senso di questa data, da un affievolirsi dei valori che sono stati alla base della nascita della Repubblica

Segreti e non misteri

di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin