Covid: a Napoli donna non vaccinata partorisce, si aggrava e muore :ilSicilia.it

il fatto

Covid: a Napoli donna non vaccinata partorisce, si aggrava e muore

di
12 Settembre 2021

Non era vaccinata, ha contratto il Covid mentre era incinta, ha partorito all’ottavo mese, ma non ce l’ha fatta ed è morta. E’ accaduto a Napoli dove una donna di 28 anni, Palma Reale, era ricoverata in terapia intensiva al II Policlinico : era intubata da circa dieci giorni dopo essere stata ricoverata ad agosto.

E’ la seconda donna incinta deceduta nel reparto specializzato del nosocomio, la prima era morta durante la prima ondata della pandemia, prima che ci fosse il vaccino, aveva comorbilità importanti ed era incinta di 16 settimane. Con lei morì anche il figlio. La ragazza morta oggi era di Santa Maria Capua Vetere (Caserta), era stata ricoverata lo scorso 29 agosto e i medici hanno fatto nascere suo figlio con un cesareo a 35 settimane. Il bimbo ora sta bene.

Nei giorni seguenti al parto – spiega all’ANSA Giuseppe Bifulco, professore di ginecologia e ostetricia e direttore del reparto per le donne incinte con Covid al Policlinico – c’è stato un aggravamento del quadro respiratorio e avevamo dovuto trasferirla in rianimazione da un decina di giorni, ma oggi non ce l’ha fatta”.

Due giorni fa nel reparto era morta una bimba nata prematura di 26 settimane da una mamma non vaccinata e affetta da Covid Le corsie del reparto restano piene. “Abbiamo ancora due ragazze in terapia intensiva – ricorda Bifulco – e gli arrivi sono costanti. Anche confrontandoci con altri colleghi sul territorio sappiamo di molte donne incinte infettate anche se asintomatiche. Noi possiamo solo ricordare a tutte le donne in attesa di fare il vaccino dopo il terzo mese per evitare rischi e il cesareo prematuro”.

L’afflusso di donne incinte no vax prosegue nel reparto del Policlinico e ieri anche il governatore campano Vincenzo De Luca ha rinnovato il suo appello: “alle donne in stato di gravidanza dico di fare il vaccino dopo i primi tre mesi. Poi ognuno faccia le sue scelte. Noi più di quello che stiamo facendo non possiamo, dipende da voi la durata di questo calvario”.

A salutare Palma, in uno straziante post su Facebook, la sorella Maria che durante la lunga agonia della sorella l’ha sostenuta quotidianamente. “Ringrazio tutte le persone del mondo che hanno pregato tanto o che hanno tentato il tutto per lei -scrive Maria Reale- Ringrazio i dottori dell’ ospedale di Maddaloni per tutto, anche da lontano hanno fatto l impossibile: ora vorrei solo il silenzio per recuperare le forze. Il cuore si è rotto e la luce si è spenta. Ora lei è un angelo ma non sarà mai bianco perché mia sorella voleva stare qua, Palma è stata una guerriera fino alla fine. Chi ha sbagliato pagherà!”.

Nelle scorse settimane neonatologi, pediatri e ginecologi avevano segnalato al Ministero della Salute di accelerare la vaccinazione anti-Covid delle donne in gravidanza ed in allattamento e dei bambini di età superiore ai 12 anni, affermando che ci sono “gravi anche per queste categorie”.

I vaccini a mRNA, sottolineano le associazioni di specialisti sono “assolutamente sicuri sia per le donne in gravidanza, sia per le donne che allattano. In alcuni centri di riferimento nel mondo (come a Parigi, in Israele, in Belgio, in Irlanda, negli USA) la vaccinazione in gravidanza viene offerta di routine. Non esistono controindicazioni e il vaccino, non influisce sulla fertilità della donna, né vi è alcun motivo per rimandare una gravidanza”. Queste indicazioni sono fornite anche in Italia dall’ultima circolare del Ministero della Salute del 4 agosto e ribadite dall’Organizzazione Mondiale della Sanità in un documento del 25 giugno.

© Riproduzione Riservata
Tag:

Fenomeno serie tv

di Michele Lombardo

Serie Tv Medical Drama: Emozioni in corsia

Di serie tv Medical Drama ( serie tv ambientate in ospedale) ne sono state realizzate moltissime; soprattutto in questi ultimi anni, alcune  hanno riscosso un tale successo che i protagonisti sono diventati i medici o gli infermieri che tutti noi vorremmo incontrare
Banner Telegram

In Primis la Sicilia

di Maurizio Scaglione

Covid 19… per un nemico in più

Era il 1982, Riccardo Cocciante pubblicava il suo album ”Cocciante” e la canzone di successo fu “Per un amico in più”. In questa canzone il grande Riccardo ci descrive cosa non si fa per un amico in più.

Fuori dal coro

di Pietro Busetta

Classe dominante estrattiva

Nel mio ultimo saggio intitolato il lupo e l’agnello, pubblicato da Rubbettino, nelle librerie dal 1 luglio, tra i motivi del mancato sviluppo del Sud metto in evidenza quello della presenza di una classe dominante estrattiva

Alpha Tauri

di Manlio Orobello

Il Re traditore

Il 2 giugno 1946, con la proclamazione della Repubblica Italiana veniva scritta la parola fine alla monarchia e con essa alla guida dello stato  da parte della casa Savoia.

Segreti e non misteri

di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin