Covid, A Random scienza contagi e no contact mediatico CLICCA PER IL VIDEO :ilSicilia.it

la voce degli esperti

Covid, A Random scienza contagi e no contact mediatico CLICCA PER IL VIDEO

di
21 Gennaio 2022

GUARDA IL VIDEO IN ALTO

Nuova puntata di Random la cultura è online, sul Covid19, i contagi ed il no contact mediatico, un problema che assilla gran parte della popolazione, vittima di un grande flusso mediatico che crea confusione nelle informazioni di massa sugli sviluppi scientifici della medicina e dei vaccini.

Collegati con Ludovico Gippetto, ideatore e conduttore del format tv web:

 

Antonio Cascio, professore ordinario, UOC di malattie Infettive – AOU Policlinico “P. Giaccone”

“I casi aumentano e c’è pressione negli ospedali che genera tanta paura, ma bisogna analizzare bene ogni tipologia di patologia. La maggior parte dei casi di contagio la troviamo in persone giovani, che possono essere anche vaccinate, in questo ultimo caso sono ragazzi che non hanno alcun sintomo se non quelli tipici del raffreddore e dell’influenza.

Poi ci sono casi più gravi che finiscono in terapia intensiva e queste di solito sono persone anziane, non vaccinate,  persone che magari hanno delle comorbidità, ma fondamentalmente si tratta comunque di persone non vaccinate oppure vaccinate con due dosi però la seconda dose fatta dopo più di 4-5 mesi.

… Con questo virus ci infetteremo tutti ed è meglio farsi trovare preparati, con una barriera che può essere garantita dalla vaccinazione.  Quando incontreremo il virus, da vaccinati e sani, non sarà qualcosa di così negativo perché il sistema immunitario si confronta con un virus più “buono” l’Omicron, e lo preparerà a rafforzare la risposta immunitaria per un eventuale altra variante futura. Il virus quando incontra un non vaccinato, trova le condizioni migliori per rafforzarsi, per modificarsi e mantenere il suo alto rischio”.

Gianfranco Marrone, professore ordinario di Semiotica dell’Università degli studi di Palermo.

“Questa pandemia non ha inventato nulla di nuovo dal punto di vista socio-culturale e della comunicazione,  ha accelerato dei processi in corso di vario genere, ne ha cambiato qualcuno,  ma sostanzialmente molte di queste cose erano prevedibili, ma non con questa intensità.  I principali attori di questo momento mediatico sono sostanzialmente i politici, dall’altro gli esperti e i giornalisti. 

Generalizzando, i politici rincorrono i voti dando adito alla peggiore pancia del paese e hanno  fomentato  deliri, violenza e proteste; gli scienziati sono stati molto vari e alcuni hanno gradito le telecamere facendo del protagonismo una cosa strana; i giornalisti hanno creato del panico proprio durante la campagna vaccinale.

Da chiarire che per certi versi l’obbligo del vaccino non limitava la libertà di nessuno, ma garantiva quella di tutti i politici e giornalisti che sono andati dietro a quest’idea assolutamente sbagliata di libertà individuale.

Nelle università c’è grande confusione e siamo in un limbo perché siamo in uno stato di emergenza che vorremmo superare e stiamo sperimentando delle forme di comunicazione per le lezioni, come la modalità mista che è impossibile  proprio perché si deve comunicare in contemporanea con due differenti mezzi di comunicazione e con  due pubblici diversi e ciò è impossibile perché  sono due interazioni differenti“.

CLICCA QUI PER GUARDARE LA PUNTATA

© Riproduzione Riservata
Tag:

Blog

di Renzo Botindari

Avessimo almeno cercato un cambiamento

L’olio galleggia sull’acqua, ma poi strapazzare il contenitore, spargere in goccioline questo liquido più leggero dell’acqua, ma appena terminato lo stress le varie goccioline convergono nel centro riunificandosi e creando una unica chiazza galleggiante.

Se sei donna

di Mila Spicola

Tre donne siciliane che hanno fatto la Storia

Conosciamo in tanti la storia di Franca Viola, di Alcamo, che nel 1968, appena diciottenne, sostenuta dalla sua famiglia, rifiutò un matrimonio riparatore, diventando un simbolo della crescita civile dell'Italia nel secondo dopoguerra e dell'emancipazione delle donne italiane.

Fenomeno serie tv

di Michele Lombardo

Remake e Reboot: un fenomeno in crescita

Non è certo un fenomeno nuovo, ma negli ultimi anni con l'avvento delle piattaforme streaming e il conseguente aumento della produzione di serie tv, i remake e i reboot ( in italiano rifacimento e riavvio) sono diventati molto frequenti. La differenza tra i due termini è sostanziale:

In Primis la Sicilia

di Maurizio Scaglione

Vota e fai votare…. ma pensa con la tua testa

Vi ricordate quando, parliamo anni 60 e 70 , durante il periodo elettorale,  passavano per i quartieri le vecchie Fiat 600 con il megafono montato nel portabagagli sul tetto e gridavano con voce decisa, vota e fai votare Pinuccio Tal dei tali, per il tuo futuro , per il futuro dei tuoi figli, per il lavoro

Fuori dal coro

di Pietro Busetta

Il colpo di mano sull’autonomia differenziata

Subdolamente con un inserimento nella legge di bilancio sta passando l’autonomia differenziata. Si tratta di un collegato alla legge di bilancio fatto passare nella notte che sta riportando il tema dell’autonomia in corsa per essere approvato.

Alpha Tauri

di Manlio Orobello

Il Re traditore

Il 2 giugno 1946, con la proclamazione della Repubblica Italiana veniva scritta la parola fine alla monarchia e con essa alla guida dello stato  da parte della casa Savoia.

Blog

di Alberto Di Pisa

Democrazia diretta e indiretta

Di recente Grillo ha dichiarato di non credere in una forma di rappresentanza parlamentare ma nella democrazia diretta citando in proposito il referendum come il massimo dell’espressione democratica.