Covid: Asp Catania continua con le terze dosi per combattere il virus :ilSicilia.it
Catania

l'annuncio

Covid: Asp Catania continua con le terze dosi per combattere il virus

di
13 Ottobre 2021

«Con le terze dosi diamo un’ulteriore spallata al Covid e garantiamo ancora maggiore protezione alle fasce più fragili della popolazione. Le nostre equipe mobili e i medici di medicina generale, che ringrazio per il loro prezioso lavoro, stanno già somministrando la terza dose nelle RSA e Case di Riposo della provincia. Grazie alla vaccinazione abbiamo conseguito importanti risultati che sono sotto gli occhi di tutti. Gli Hub della provincia sono pronti ad accogliere quanti siano in target per ricevere la terza dose, anche senza prenotazione. Quindi ancora una volta voglio ribadire l’appello ai cittadini a fidarsi della scienza. La vaccinazione è un atto d’amore verso noi e per chi ci sta accanto». Lo afferma il direttore generale dell’Asp di Catania, Maurizio Lanza, in merito agli obiettivi di copertura vaccinale sul territorio.

Con la Circolare dell’8 ottobre scorso, alla luce delle ultime deliberazioni dell’Ema (Agenzia Europea del Farmaco), il Ministero della Salute ha ampliato la platea dei soggetti ai quali poter somministrare una dose booster di vaccino a mRNA, autorizzandone l’utilizzo per tutti gli over 60 e per le persone maggiorenni con elevata fragilità motivata da patologie concomitanti o preesistenti.

La somministrazione dovrà comunque sempre avvenire a distanza di almeno 6 mesi dalla seconda dose (ovvero dal completamento del ciclo primario).

«La terza dose – aggiunge Pino Liberti, commissario per l’emergenza Covid per Catania – è un passaggio obbligato della campagna vaccinale, uno step che ci consentirà presto di superare la pandemia e ritornare alla normalità. Per i soggetti indicati è molto importante farla. Consente, infatti, di aumentare l’immunizzazione e ridurre al minimo ospedalizzazione e malattia. Priorità ai più fragili e alle persone più a rischio, ma siamo già partiti con gli over 60, a cominciare dal personale sanitario. Noi siamo pronti a riprendere a pieno ritmo. In questi giorni abbiamo registrato un moderato incremento, ma non è abbastanza. Ecco perché rivolgo un appello a quanti ne hanno diritto di sottoporsi alla somministrazione della terza dose».

Le patologie concomitanti o preesistenti di elevata fragilità, per le quali è indicata la dose booster (richiamo) di vaccino anti-Covid, riportate nella Circolare ministeriale dell’8 ottobre scorso, sono:

  • malattie respiratorie (fibrosi polmonare idiopatica; malattie respiratorie che necessitino di ossigenoterapia);

  • malattie cardiocircolatorie (scompenso cardiaco in classe avanzata; pazienti post-shock cardiogeno);

  • malattie neurologiche (sclerosi laterale amiotrofica e altre malattie del motoneurone, sclerosi multipla, distrofia muscolare, paralisi cerebrali infantili, miastenia gravis, patologie neurologiche disimmuni)

  • diabete e altre endocrinopatie severe (diabete di tipo 1, diabete di tipo 2 in terapia con almeno 2 farmaci per il diabete o con complicanze, morbo di Addison, panipopituitarismo);

  • malattie epatiche (cirrosi epatica);

  • malattie cerebrovascolari (evento ischemico-emorragico cerebrale con compromissione dell’autonomia neurologica e cognitiva, stroke nel 2020-21, stroke antecedente al 2020 con ranking ≥ 3);

  • emoglobinopatie (talassemia major, anemia a cellule falciformi, altre anemie gravi);

  • altre patologie (fibrosi cistica, sindrome di Down, grave obesità BMI > 35);

  • disabilità fisica, sensoriale, intellettiva e psichica (disabili gravi ai sensi della legge 104/1992 art. 3 comma 3).

Terza dose anche senza prenotazione presso gli Hub della provincia

«La macchina vaccinale è ben rodata – spiega il direttore sanitario dell’Asp di Catania, Antonino Rapisarda – e siamo pronti ad accogliere quanti ci chiederanno la terza dose. La priorità come sempre è per i soggetti più fragili. Dobbiamo creare attorno a loro una bolla di protezione. È per questa ragione che invito alla vaccinazione anche tutte le persone che stanno loro accanto, i familiari, affinché ci si protegga a vicenda. Non abbassiamo mai la guardia e rispettiamo anche tutte le regole di comportamento per prevenire il contagio da Covid».

Tutti i cittadini di età pari o superiore ai 60 anni e tutte le persone maggiorenni con patologie comprese nell’elenco sopra riportato possono, pertanto, recarsi presso gli Hub della provincia, anche senza prenotazione, per ricevere la terza dose del vaccino. Rimane ferma la possibilità di ricevere il vaccino anche presso i medici di medicina generale aderenti alla campagna di vaccinazione.

La somministrazione dovrà comunque sempre avvenire a distanza di almeno 6 mesi dalla seconda dose (ovvero dal completamento del ciclo primario)

La strategia di offerta vaccinale a favore di ulteriori gruppi target o della popolazione generale verrà aggiornata dal Ministero della Salute sulla base dell’acquisizione di nuove evidenze scientifiche e dell’andamento epidemiologico.

© Riproduzione Riservata
Tag:

Fenomeno serie tv

di Michele Lombardo

Serie Tv Medical Drama: Emozioni in corsia

Di serie tv Medical Drama ( serie tv ambientate in ospedale) ne sono state realizzate moltissime; soprattutto in questi ultimi anni, alcune  hanno riscosso un tale successo che i protagonisti sono diventati i medici o gli infermieri che tutti noi vorremmo incontrare

Blog

di Renzo Botindari

E se fosse colpa del “mal bianco”?

La nostra città è come una bella pianta ammalata e piena del “mal bianco”, un grosso parassita che tarpa qualunque fioritura e che non permette ai fiori di schiudersi.

In Primis la Sicilia

di Maurizio Scaglione

Covid 19… per un nemico in più

Era il 1982, Riccardo Cocciante pubblicava il suo album ”Cocciante” e la canzone di successo fu “Per un amico in più”. In questa canzone il grande Riccardo ci descrive cosa non si fa per un amico in più.

Fuori dal coro

di Pietro Busetta

Classe dominante estrattiva

Nel mio ultimo saggio intitolato il lupo e l’agnello, pubblicato da Rubbettino, nelle librerie dal 1 luglio, tra i motivi del mancato sviluppo del Sud metto in evidenza quello della presenza di una classe dominante estrattiva

Alpha Tauri

di Manlio Orobello

Il Re traditore

Il 2 giugno 1946, con la proclamazione della Repubblica Italiana veniva scritta la parola fine alla monarchia e con essa alla guida dello stato  da parte della casa Savoia.
Banner Italpress

Segreti e non misteri

di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin