Covid, assembramenti a Palermo: chiusi 7 locali, multe per oltre 13mila euro :ilSicilia.it
Palermo

controlli in città

Covid, assembramenti a Palermo: chiusi 7 locali, multe per oltre 13mila euro

di
6 Aprile 2021

Nel corso dell’ultimo fine settimana gli agenti del Nucleo controllo attività economiche e produttive della Polizia Municipale hanno posto sotto sequestro per 5 giorni sette locali a Palermo, dislocati nelle zone di via Maqueda, via Re Federico e Corso Vittorio Emanuele, elevando sanzioni per complessivi 13.600 euro.

“All’atto dei controlli ispettivi nelle attività – si legge in una nota del Comando della Polizia Municipale – era in corso la somministrazione di bevande alcoliche con consumazione sul posto e in uno dei locali la somministrazione di bevande avveniva con servizio assistito al tavolo. In un locale era in corso l’attività di asporto oltre le ore 22.00, con la presenza di numerosi avventori assembrati privi di mascherine e dediti all’acquisto di cibi cotti per asporto.

Ulteriori sopralluoghi sono stati effettuati in due market in zona Noce, rispettivamente in via Nino Bixio e in via Ruggerone da Palermo che, al momento del controllo, ponevano in vendita, oltre le ore 18,00, bevande alcoliche ai numerosi avventori dediti alla consumazione sul posto. I sette locali sono stati posti sotto sequestro Cautelare Amministrativo di giorni 5, con  apposizione di sigilli, per inottemperanza alle disposizioni nazionali e alle ordinanze sindacali previste per il contenimento del virus.

I gestori sono stati sanzionati per inottemperanza alla sospensione dell’attività di vendita di bevande alcoliche oltre le ore 18,00, con verbale di euro 400 e altresì per assembramento degli avventori in quanto non mantenevano una distanza di sicurezza interpersonale di almeno 1 metro, con altro Verbale di euro 400. Cinque di questi non indossavano dispositivi di protezione (mascherine).

Tutti gli avventori presenti nei locali controllati, in totale 11 persone, sono stati identificati e sanzionati per inottemperanza all’obbligo di mantenere una distanza di sicurezza interpersonale prevista nel DPCM e anche per non avere sempre con sé dispositivi di protezione delle vie respiratorie, con verbale di 800 euro ciascuno”.

 

© Riproduzione Riservata
Tag:
Blog
di Renzo Botindari

Se non mi mancate per nulla ci sarà un motivo?

Siamo partiti dal “fratelli d’Italia” cantato in coro alle ore 18.00 dai nostri balconi, per giungere oggi al vaffa al vicino di casa non appena si affaccia nel balcone accanto al vostro
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Buona Pasqua

L’Augurio che sicuramente in cuor loro i siciliani si fanno, in occasione di queste festività, è che questa sia l’ultima Pasqua da reclusi e che la prossima si potrà finalmente passeggiare liberamente, ritrovando il gusto dello stare insieme, di rafforzare sentimenti di amicizia, di socialità e di solidarietà
Alpha Tauri
di Manlio Orobello

“Il Paradiso perduto“

Scendeva il crepuscolo mentre l’aereo si accingeva ad atterrare a Punta Raisi. La costa fra Carini e Capo Rama appariva già punteggiata dalle luci dei paesi e delle innumerevoli abitazioni che la costellano e che si riflettevano sempre di più nella cerchia dei monti, man mano che la luce del sole tendeva a scomparire.
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin