Covid, centinaia di gatti abbandonati su un'isola deserta: "Non sappiamo come salvarli" :ilSicilia.it

In Brasile

Covid, centinaia di gatti abbandonati su un’isola deserta: “Non sappiamo come salvarli”

di
6 Giugno 2021

Centinaia di gatti sono stati abbandonati a Ilha Furtada, un’isola al largo della costa orientale del Brasile. A riportare questa notizia è il Washington Post.

L’isola è meglio conosciuta come “l’Isola dei gatti” poiché, con l’avvento della pandemia Covid, centinaia di felini domestici sono stati lasciati lì. Molti sono persino tornati al loro stato selvatico.

Non si sa esattamente quanti gatti ci siano sull’isola, ma un giornalista brasiliano ha affermato di averne contati 750, altri stimavano che il numero sia più alto.

Sono stati tanti, in tutto il mondo, i casi di abbandono di animali domestici. In Brasile più di 16,8 milioni di persone sono state infettate dal Covid e i morti superano i 470.000 finora.

I volontari

Andrea Rizzi Cafasso, direttore di un rifugio per animali vicino all’isola, ha raccontato che molti brasiliani che non sono più in grado di prendersi cura dei gatti vanno da lui. “Spesso minacciano di portare i propri animali sull’isola se non c’è spazio al rifugio. Altri li lasciano direttamente a Ilha Furtada o pagano un barcaiolo per farlo“, afferma.

Ho preso alcuni dei gatti più socievoli per farli adottare e ho iniziato a sterilizzare i gatti che erano diventati completamente selvaggi“, racconta Amélia Oliveira, una veterinaria che viaggia per il Brasile. La sua organizzazione, Veterinarians on the Road, ha già sterilizzato 380 gatti sull’isola.

“Fino all’inizio della pandemia, la popolazione era sotto controllo – prosegue la veterinaria -. I pescatori e turisti lasciavano parte del loro pescato, cibo e acqua per i gatti, ma questo si è fermato col Covid e l’esistenza dei gatti sull’isola è peggiorata”.

Molti gatti, infatti, rimasti senza cibo e acqua, hanno problemi ai reni, oltre altre malattie. Molti riportano ferite o morsi di insetti velenosi e altri animali.

I gruppi di volontari hanno installato distributori di cibo e acqua per aiutare a sostenere i felini, ma non c’è ancora una soluzione permanente alla situazione. Nonostante la legge contro l’abbandono degli animali, le persone continuano a lasciare gatti nell’isola.

“Abbiamo davvero bisogno di qualcuno che possa unire le forze con noi per cercare di fermare questa crudele criminalità“, dicono i volontari.

© Riproduzione Riservata
Tag:

Blog

di Renzo Botindari

Avessimo almeno cercato un cambiamento

L’olio galleggia sull’acqua, ma poi strapazzare il contenitore, spargere in goccioline questo liquido più leggero dell’acqua, ma appena terminato lo stress le varie goccioline convergono nel centro riunificandosi e creando una unica chiazza galleggiante.

Se sei donna

di Mila Spicola

Tre donne siciliane che hanno fatto la Storia

Conosciamo in tanti la storia di Franca Viola, di Alcamo, che nel 1968, appena diciottenne, sostenuta dalla sua famiglia, rifiutò un matrimonio riparatore, diventando un simbolo della crescita civile dell'Italia nel secondo dopoguerra e dell'emancipazione delle donne italiane.

Fenomeno serie tv

di Michele Lombardo

Remake e Reboot: un fenomeno in crescita

Non è certo un fenomeno nuovo, ma negli ultimi anni con l'avvento delle piattaforme streaming e il conseguente aumento della produzione di serie tv, i remake e i reboot ( in italiano rifacimento e riavvio) sono diventati molto frequenti. La differenza tra i due termini è sostanziale:

In Primis la Sicilia

di Maurizio Scaglione

Vota e fai votare…. ma pensa con la tua testa

Vi ricordate quando, parliamo anni 60 e 70 , durante il periodo elettorale,  passavano per i quartieri le vecchie Fiat 600 con il megafono montato nel portabagagli sul tetto e gridavano con voce decisa, vota e fai votare Pinuccio Tal dei tali, per il tuo futuro , per il futuro dei tuoi figli, per il lavoro

Fuori dal coro

di Pietro Busetta

Il colpo di mano sull’autonomia differenziata

Subdolamente con un inserimento nella legge di bilancio sta passando l’autonomia differenziata. Si tratta di un collegato alla legge di bilancio fatto passare nella notte che sta riportando il tema dell’autonomia in corsa per essere approvato.

Alpha Tauri

di Manlio Orobello

Il Re traditore

Il 2 giugno 1946, con la proclamazione della Repubblica Italiana veniva scritta la parola fine alla monarchia e con essa alla guida dello stato  da parte della casa Savoia.

Blog

di Alberto Di Pisa

Democrazia diretta e indiretta

Di recente Grillo ha dichiarato di non credere in una forma di rappresentanza parlamentare ma nella democrazia diretta citando in proposito il referendum come il massimo dell’espressione democratica.