Covid, controlli a Catania: sanzioni, autocertificazioni e assembramenti nel weekend :ilSicilia.it
Catania

le indagini

Covid, controlli a Catania: sanzioni, autocertificazioni e assembramenti nel weekend

di
3 Maggio 2021

In vista del week-end in cui cadeva la festività del 1 maggio la Questura di Catania ha organizzato e predisposto servizi specifici, mirati al controllo delle norme antiCovid-19 e diretti al contenimento della diffusione del virus. Diverse le zone che sono state presidiate dalla Polizia di Stato, Carabinieri, Guardia di Finanza, Polizia Locale ed Esercito: zone quali piazza Federico di Svevia, piazza Currò, piazza Teatro Massimo, piazza Vincenzo Bellini, piazza Scammacca, piazza Sciuti, viale Africa, piazza Europa e via del Rotolo, che risultano particolarmente interessati alla movida fungendo da punto di ritrovo in particolare di giovani.

Sono state complessivamente controllate 320 persone, di cui 13 sanzionate per violazione delle norme antiCovid; sono state ritirate 56 autocertificazioni e sono stati disciolti 15 assembramenti, riscontrati in diverse piazze del centro, tra cui, nella notte tra venerdì e sabato, in questa piazza Carlo Alberto dove il personale della Polizia di Stato intervenuto è riuscito a bloccare tre individui, privi di mascherina, i quali hanno iniziato a dimenarsi e a colpirli. Con l’ausilio anche delle pattuglie delle altre Forze di Polizia presenti sul territorio, giunte successivamente sul posto, i poliziotti hanno bloccato e arrestato i predetti per i reati di minacce, violenza, oltraggio, lesioni personali e resistenza a Pubblico Ufficiale. Gli operatori poi andati al pronto soccorso sono stati refertati con una prognosi di diversi giorni per contusioni varie.

Durante questo week-end sono stati attenzionati anche diverse attività commerciali, procedendo al controllo di 15 esercizi pubblici, di cui 4 sono stati sanzionati per mancato rispetto delle norme antiCovid cui si è aggiunta la sanzione accessoria della chiusura per 5 giorni: si tratta di due mini market, rispettivamente in via Auteri e in via S.Gaetano, un chiosco in piazza Cuore di Maria e una sala da barba in via Principe Nicola.

© Riproduzione Riservata
Tag:

Blog

di Renzo Botindari

Avessimo almeno cercato un cambiamento

L’olio galleggia sull’acqua, ma poi strapazzare il contenitore, spargere in goccioline questo liquido più leggero dell’acqua, ma appena terminato lo stress le varie goccioline convergono nel centro riunificandosi e creando una unica chiazza galleggiante.

Se sei donna

di Mila Spicola

Tre donne siciliane che hanno fatto la Storia

Conosciamo in tanti la storia di Franca Viola, di Alcamo, che nel 1968, appena diciottenne, sostenuta dalla sua famiglia, rifiutò un matrimonio riparatore, diventando un simbolo della crescita civile dell'Italia nel secondo dopoguerra e dell'emancipazione delle donne italiane.

Fenomeno serie tv

di Michele Lombardo

Remake e Reboot: un fenomeno in crescita

Non è certo un fenomeno nuovo, ma negli ultimi anni con l'avvento delle piattaforme streaming e il conseguente aumento della produzione di serie tv, i remake e i reboot ( in italiano rifacimento e riavvio) sono diventati molto frequenti. La differenza tra i due termini è sostanziale:

In Primis la Sicilia

di Maurizio Scaglione

Vota e fai votare…. ma pensa con la tua testa

Vi ricordate quando, parliamo anni 60 e 70 , durante il periodo elettorale,  passavano per i quartieri le vecchie Fiat 600 con il megafono montato nel portabagagli sul tetto e gridavano con voce decisa, vota e fai votare Pinuccio Tal dei tali, per il tuo futuro , per il futuro dei tuoi figli, per il lavoro

Fuori dal coro

di Pietro Busetta

Il colpo di mano sull’autonomia differenziata

Subdolamente con un inserimento nella legge di bilancio sta passando l’autonomia differenziata. Si tratta di un collegato alla legge di bilancio fatto passare nella notte che sta riportando il tema dell’autonomia in corsa per essere approvato.

Alpha Tauri

di Manlio Orobello

Il Re traditore

Il 2 giugno 1946, con la proclamazione della Repubblica Italiana veniva scritta la parola fine alla monarchia e con essa alla guida dello stato  da parte della casa Savoia.

Blog

di Alberto Di Pisa

Democrazia diretta e indiretta

Di recente Grillo ha dichiarato di non credere in una forma di rappresentanza parlamentare ma nella democrazia diretta citando in proposito il referendum come il massimo dell’espressione democratica.