Covid, controlli commerciali a Catania: verbali di oltre 25mila euro :ilSicilia.it
Catania

L'intervento delle forze dell'ordine

Covid, controlli commerciali a Catania: verbali di oltre 25mila euro

di
21 Marzo 2021

Verbalizzazione di sette persone per violazioni della normativa anti Covid, dieci ambulanti abusivi  multati con sequestro della relativa merce, quattro attività commerciali anch’esse sanzionate per mancanza di SCIA e autorizzazione ad occupare il suolo pubblico. Nel corso degli ultimi giorni, il Corpo di Polizia Municipale, ha effettuato numerose operazioni di monitoraggio ed eseguito azioni repressive delle violazioni delle norme commerciali e dei DPCM per contenere il contagio dell’epidemia per verificare il rispetto delle disposizioni anti COVID-19 e delle normative che regolano l’esercizio delle attività commerciali.

In particolare, sul fronte dei controlli per il contenimento della pandemia, il Personale della Polizia Commerciale, all’esito di accertamenti effettuati in Piazza Stesicoro, Via Casagrande, Viale Artale Alagona, Piazza Carlo Alberto e Piazza della Repubblica, in quest’ultimo caso congiuntamente ai Carabinieri, ha verbalizzato sette persone: cinque per mancato uso della mascherina protettiva; uno per non aver rispettato, alla guida del proprio autoveicolo, l’orario di coprifuoco delle ore 22.00; un operatore della Fiera per non aver rispettato l’Ordinanza Sindacale n.65/2020 che reca le disposizioni anti Covid-19 per la riapertura in sicurezza del mercato storico. In totale sono stati elevati verbali amministrativi dell’importo di  2.933,00 euro.

In tema di contrasto al commercio abusivo su sede pubblica, gli Ispettori del Reparto Polizia Commerciale, nell’eseguire controlli di routine in Piazza Ariosto, Corso Sicilia, Piazza Stesicoro, Via Benedetto Croce, Viale Mario Rapisardi, Via Casagrandi e sul Lungomare, hanno sanzionato dieci venditori ambulanti di prodotti ortofrutticoli, in quanto esercitavano la propria attività in assenza di autorizzazione amministrativa al commercio e all’occupazione del suolo pubblico. All’esito delle operazioni di servizio sono stati elevati verbali amministrativi per un importo totale di circa 19.000,00 euro ed è stato eseguito il sequestro delle merci poste in vendita, che sono state devolute in beneficenza.

Sul fronte dei controlli commerciali agli esercizi di vicinato, la Polizia Annonaria ha sanzionato quattro esercenti di Via Canfora, Via S. Euplio, Via D’annunzio e Via Landolina, in quanto uno stava esercitando l’attività privo di SCIA, mentre gli altri tre avevano occupato il suolo pubblico antistante la propria attività senza aver ottenuto la relativa autorizzazione amministrativa. I quattro esercenti sono stati multati con verbali dell’importo di 3.617,00 euro e intimati all’immediato ripristino dello stato dei luoghi.

In totale, all’esito dei controlli commerciali effettuati dalla Polizia Municipale, sono stati elevati verbali amministrativi dell’importo complessivo di oltre 25.000,00 euro.

© Riproduzione Riservata
Tag:

Fenomeno serie tv

di Michele Lombardo

Remake e Reboot: un fenomeno in crescita

Non è certo un fenomeno nuovo, ma negli ultimi anni con l'avvento delle piattaforme streaming e il conseguente aumento della produzione di serie tv, i remake e i reboot ( in italiano rifacimento e riavvio) sono diventati molto frequenti. La differenza tra i due termini è sostanziale:

In Primis la Sicilia

di Maurizio Scaglione

Vota e fai votare…. ma pensa con la tua testa

Vi ricordate quando, parliamo anni 60 e 70 , durante il periodo elettorale,  passavano per i quartieri le vecchie Fiat 600 con il megafono montato nel portabagagli sul tetto e gridavano con voce decisa, vota e fai votare Pinuccio Tal dei tali, per il tuo futuro , per il futuro dei tuoi figli, per il lavoro

Fuori dal coro

di Pietro Busetta

Il colpo di mano sull’autonomia differenziata

Subdolamente con un inserimento nella legge di bilancio sta passando l’autonomia differenziata. Si tratta di un collegato alla legge di bilancio fatto passare nella notte che sta riportando il tema dell’autonomia in corsa per essere approvato.

Alpha Tauri

di Manlio Orobello

Il Re traditore

Il 2 giugno 1946, con la proclamazione della Repubblica Italiana veniva scritta la parola fine alla monarchia e con essa alla guida dello stato  da parte della casa Savoia.

Blog

di Alberto Di Pisa

Democrazia diretta e indiretta

Di recente Grillo ha dichiarato di non credere in una forma di rappresentanza parlamentare ma nella democrazia diretta citando in proposito il referendum come il massimo dell’espressione democratica.