Covid, i dati in Sicilia spingono la Regione verso la zona gialla :ilSicilia.it

La possibilità

Covid, i dati in Sicilia spingono la Regione verso la zona gialla

di
10 Maggio 2021

In Sicilia è cominciata la settimana che potrebbe essere l’ultima da zona arancione. Nell’isola si spera di passare in giallo da lunedì prossimo. Indicazioni potranno venire anche tra due giorni, quando si terra’ l’incontro tra Governo e Regioni per verificare la possibilita’ di una modifica dei parametri che determinano il cambio di colore e in particolare dell’Rt.

L’obiettivo dei governatori sarebbe quello di considerare non piu’ l’indice di diffusione del contagio per la classificazione delle zone ma l’Rt ospedaliero. In Sicilia i dati spingono l’isola verso la zona gialla: sono 589 i nuovi positivi registrati nelle ultime 24 ore, su 19.530 tamponi processati, con una incidenza del 3%, in leggero calo rispetto a ieri.

La Regione è terza per numero di contagi giornalieri. Le vittime sono state sei e portano il totale a 5.566. Il numero degli attuali positivi e’ di 22.230 con un incremento di 85 casi. I guariti oggi sono 498. Negli ospedali i ricoverati sono 1.119, nove in piu’ rispetto a ieri; quelli nelle terapie intensive sono 131, cinque in meno rispetto a ieri. La distribuzione dei nuovi positivi tra le province vede Palermo con 252 casi, Catania 112, Messina 46, Siracusa 62, Trapani 20, Ragusa 64, Caltanissetta 28, Agrigento 1, Enna 4.

Intanto si cerca di ‘correre’ con le vaccinazioni, abbassando ancora l’eta’ di chi puo’ ricevere le dosi: sono partite le prenotazioni per chi ha piu’ di 16anni con patologie. La campagna dedicata a questa fascia di popolazione riguarda chi rientra nella categoria 4.

Aprire la vaccinazione anche a questa categoria – si legge sulla pagina Fb di Costruire salute della Regione Siciliana – e’ un passo importante verso il reale contenimento del contagio ed un ritorno alla normalita’ nella vita dei siciliani. Rendiamo la Sicilia piu’ sicura“. Chi rientra in questa categoria ricevera’ dosi di Pfizer o Moderna, le cui seconda somministrazione, da oggi, su disposizione del ministero della Salute, sara’ programmata non piu’, rispettivamente, a 21 e 28 giorni, ma tra il 35esimo e il 42esimo giorno. Proseguono anche le inoculazioni nell’arcipelago delle Eolie: si e’ concluso il piano a Salina e si prosegue nelle altre isole, oggi Alicudi e Filicudi, domani Panarea, mercoledi’ Stromboli e Ginostra, giovedi’ Vulcano e da venerdi’ in poi Lipari.

Anche nelle Pelagie, a Lampedusa e Linosa, e’ stata avviata la campagna di vaccinazione per tutti gli abitanti: la meta’ ha gia’ ricevuto il farmaco, le altre 1.400 fiale completeranno l’operazione nelle prossime ore. Il programma andra’ avanti nei prossimi giorni nelle restanti isole minori per concludersi con Ustica e Pantelleria.

© Riproduzione Riservata
Tag:

Alpha Tauri

di Manlio Orobello

Il Re traditore

Il 2 giugno 1946, con la proclamazione della Repubblica Italiana veniva scritta la parola fine alla monarchia e con essa alla guida dello stato  da parte della casa Savoia.

Rosso di sera

di Elio Sanfilippo

La Repubblica compie 75 anni!

Una delle cause principali delle difficoltà in cui versa il Paese, segnato da uno sbandamento anche morale, da una involuzione culturale e civile, nasce sicuramente dall’avere smarrito il senso di questa data, da un affievolirsi dei valori che sono stati alla base della nascita della Repubblica
Banner Ortopedia Ferranti

Segreti e non misteri

di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin