Covid: in Sicilia 3870 positivi in più in 7 giorni, ricoveri sotto la soglia critica :ilSicilia.it

i dati della scorsa settimana

Covid: in Sicilia 3870 positivi in più in 7 giorni, ricoveri sotto la soglia critica

di
22 Novembre 2021

Sono usciti i dati relativi all’andamento della pandemia da Covid 19 in Sicilia e diffusi ieri, domenica 21 novembre 2021, dal Dipartimento della Protezione Civile.

Nella settimana appena conclusa – si legge nella nota – si è registrata una sostanziale stabilità nel numero dei nuovi positivi e anche nella situazione ospedaliera (con un aumento dei ricoveri ordinari ma una diminuzione nei ricoveri in terapia intensiva).

In particolare:

1) Nella settimana appena conclusa i nuovi positivi in Sicilia sono 3870, lo 0,9% in più rispetto alla settimana precedente. Si deve rilevare però che 109 nuovi positivi sono riferiti a periodi precedenti. E’ diminuito il rapporto fra tamponi positivi e tamponi effettuati, passato dal 2,3% al 2,1%;
2) il numero degli attuali positivi è pari a 10382, 1305 in più rispetto alla settimana precedente;
3) le persone in isolamento domiciliare sono 10003, 1302 in più rispetto alla settimana precedente;
4) i ricoverati sono 379, di cui 40 in terapia intensiva. Rispetto alla settimana precedente sono aumentati di 3 unità (i ricoverati in terapia intensiva sono diminuiti di 10 unità). Nella settimana appena conclusa si sono registrati 18 nuovi ingressi in terapia intensiva (il 5,3% in meno rispetto ai 19 della settimana precedente);
5) il numero dei guariti (300983) è cresciuto di 2509 unità rispetto alla settimana precedente. La percentuale dei guariti sul totale positivi è pari al 94,5% (94,9% domenica scorsa);
6) il numero di persone decedute registrato nella settimana è pari a 56 (14 in più rispetto alla settimana precedente). A causa di alcuni riconteggi, il numero provvisorio di persone decedute attribuibili alla settimana appena conclusa è però pari a 34. Complessivamente le persone decedute sono 7146, e il tasso di letalità (deceduti/totale positivi) è pari al 2,2% (2,3% la settimana scorsa);
7) i ricoverati complessivamente rappresentano il 3,7% degli attuali positivi (i ricoverati in terapia intensiva lo 0,4%).

© Riproduzione Riservata
Tag:

Blog

di Renzo Botindari

Dopo Tanta Primavera è Giusto che Giunga l’Estate

Gli uomini invecchiano. I tempi cambiano e risulta naturale, necessario, saggio il cercare di andare avanti. Occorre metabolizzare i buoni e soprattutto i cattivi momenti, ma per evitare muri, divisioni ideologiche o di principio, non bisogna avere paura dell'alternanza e della necessità di dare una chance a chi vuole guadagnarsela sul campo. Nessuno è custode della verità assoluta.

Fenomeno serie tv

di Michele Lombardo

Remake e Reboot: un fenomeno in crescita

Non è certo un fenomeno nuovo, ma negli ultimi anni con l'avvento delle piattaforme streaming e il conseguente aumento della produzione di serie tv, i remake e i reboot ( in italiano rifacimento e riavvio) sono diventati molto frequenti. La differenza tra i due termini è sostanziale:

In Primis la Sicilia

di Maurizio Scaglione

Vota e fai votare…. ma pensa con la tua testa

Vi ricordate quando, parliamo anni 60 e 70 , durante il periodo elettorale,  passavano per i quartieri le vecchie Fiat 600 con il megafono montato nel portabagagli sul tetto e gridavano con voce decisa, vota e fai votare Pinuccio Tal dei tali, per il tuo futuro , per il futuro dei tuoi figli, per il lavoro

Fuori dal coro

di Pietro Busetta

Il colpo di mano sull’autonomia differenziata

Subdolamente con un inserimento nella legge di bilancio sta passando l’autonomia differenziata. Si tratta di un collegato alla legge di bilancio fatto passare nella notte che sta riportando il tema dell’autonomia in corsa per essere approvato.

Alpha Tauri

di Manlio Orobello

Il Re traditore

Il 2 giugno 1946, con la proclamazione della Repubblica Italiana veniva scritta la parola fine alla monarchia e con essa alla guida dello stato  da parte della casa Savoia.

Blog

di Alberto Di Pisa

Democrazia diretta e indiretta

Di recente Grillo ha dichiarato di non credere in una forma di rappresentanza parlamentare ma nella democrazia diretta citando in proposito il referendum come il massimo dell’espressione democratica.