Covid, in Sicilia nessun morto: non accadeva da nove mesi :ilSicilia.it

da settembre 2020

Covid, in Sicilia nessun morto: non accadeva da nove mesi

di
17 Giugno 2021

Dopo nove mesi di continui bollettini che hanno scandito la triste conta dei morti per Covid, in Sicilia nelle ultime 24 ore non è stata registrata alcuna vittima. L’ultima volta era accaduto il 26 settembre dell’anno scorso: i deceduto per il virus rimangono 5.928.

Un segnale confortante che fa ben sperare, che si aggiunge alla riduzione del numero dei nuovi contagiati, 228 su 13.206 tamponi processati, con una incidenza che sfiora l’1,7%. L’isola si colloca al secondo posto in Italia per numero di positivi giornalieri dietro alla Lombardia. In calo i ricoverati negli ospedali: sono 318, 10 in meno rispetto a ieri, quelli nelle terapie intensive sono 35, uno n meno.

Sui vaccini da registrare il flop di AstraZeneca, appena 37 prime dosi somministrate a over60 in tutta l’isola. Secondo la Fondazione Gimbe, nella settimana 9-15 giugno risulta in miglioramento l’indicatore relativo ai casi positivi: 131 ogni 100 mila abitanti (-10,4%). La percentuale di popolazione vaccinata con ciclo completo, indica Gimbe, è pari al 23,3%, a cui aggiungere un ulteriore 22,6% solo con prima dose. La percentuale di over 80 con ciclo completo è pari a 70,2%, più un ulteriore 9,9% con prima dose; la percentuale di popolazione 70-79 con ciclo completo è pari a 46,4% (più 28,6% solo con prima dose), mentre la fascia 60-69 anni con ciclo completo si attesta al 33,9% (33,2% solo con prima dose). In Sicilia sono appena arrivate 27.900 fiale del vaccino Astrazeneca consegnate alle farmacie ospedaliere. Domenica prossima arriveranno 21.500 dosi Moderna e 7.700 Janssen di Johnson & Johnson.

 

© Riproduzione Riservata
Tag:

Blog

di Renzo Botindari

Come andato questo giro?

Lo sanno tutti che qui tutto cambia affinché tutto rimanga come prima e per questo per avere una chance dopo aver perso, meglio non farsi nemico l’avversario
Banner Telegram

Alpha Tauri

di Manlio Orobello

Il Re traditore

Il 2 giugno 1946, con la proclamazione della Repubblica Italiana veniva scritta la parola fine alla monarchia e con essa alla guida dello stato  da parte della casa Savoia.

Rosso di sera

di Elio Sanfilippo

La Repubblica compie 75 anni!

Una delle cause principali delle difficoltà in cui versa il Paese, segnato da uno sbandamento anche morale, da una involuzione culturale e civile, nasce sicuramente dall’avere smarrito il senso di questa data, da un affievolirsi dei valori che sono stati alla base della nascita della Repubblica
Banner Ortopedia Ferranti

Segreti e non misteri

di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin