Covid, la protesa degli editori librai siciliani: "Dopo due anni è il tempo delle risposte non delle chiacchiere" :ilSicilia.it

la nota

Covid, la protesa degli editori librai siciliani: “Dopo due anni è il tempo delle risposte non delle chiacchiere”

di
20 Gennaio 2022

Una lunga attesa di quasi due anni, di infinite riunioni, di promesse eppure, malgrado il trascorrere di questo lungo periodo, nessun provvedimento è stato adottato a sostegno del settore dell’editoria libraria siciliana. Per questa ragione torniamo a chiedere una parola definitiva all’assessore Samonà e al Presidente della Regione Musumeci“. Così in una nota gli editori librai siciliani manifestano la loro dura posizione sui sostegni destinati al settore.

“In quest’ultimo periodo è tornata ad acuirsi la situazione delle imprese editoriali a causa dell’impennata del Covid. Si è fermata la possibilità di organizzare eventi, di potere promuovere i nostri libri. Una situazione che, tranne pochi mesi, si protrae ormai da un lunghissimo periodo e che sempre più sta mettendo a rischio la sopravvivenza di molte realtà editoriali”.

Già nei mesi scorsi eravamo tornati a chiedere l’adozione dei provvedimenti necessari e avevamo avuto rassicurazioni dall’assessore Samonà che entro dicembre la procedura di sostegno sarebbe stata attivata. Purtroppo, ad oggi, dobbiamo registrare un nulla di fatto che sta esasperando gli animi. A novembre ci era stata comunicata l’adozione del provvedimento da parte della giunta regionale su proposta dell’assessore Samonà. Lo stesso provvedimento doveva essere trasmesso alla commissione parlamentare competente per un parere consultivo sulla scorta del quale, l’assessorato regionale avrebbe potuto procedere alla pubblicazione del bando. Perchè quest’ultimo passaggio non è stato ancora espletato? I tempi della macchina amministrativa regionale non sono i tempi di vita delle nostre imprese“.

Il perdurare di questa situazione ha messo in crisi l’intera filiera del libro. A rischio ci sono posti di lavoro, la già fragile tenuta dei centri stampa, i tanti collaboratori che con noi animano non solo un percorso culturale ma anche un indotto economico. E’ il tempo delle risposte”.

Gli editori siciliani

Edizioni Kalós
Istituto Poligrafico Europeo Casa editrice

Splēn edizioni
Il pozzo di giacobbe – gruppo editoriale

Euno edizioni
Mesogea

Giambra Editori
Aulino Editore
Caracol
il Palindromo
Torri del Vento edizioni
40due edizioni
Angelo Mazzotta editore
Edizioni Leima

Navarra Editore
Carlo Saladino editore
Corrimano
Edizioni Medinova
Glifo Edizioni
Libridine
Nuova ipsa Editore
Antipodes
Ducezio Edizioni
Verbavolant
Edizioni Arianna
Margana Edizioni
Bonfirraro editore
Spazio Cultura Edizioni
Vittorietti
Algra Editore
KreativaMente Editrice
Prova d’Autore

Officina di studi medievali

Baglieri Editrice

Speleologia Iblea

Sampognaro & Pupi

© Riproduzione Riservata
Tag:

Blog

di Renzo Botindari

Avessimo almeno cercato un cambiamento

L’olio galleggia sull’acqua, ma poi strapazzare il contenitore, spargere in goccioline questo liquido più leggero dell’acqua, ma appena terminato lo stress le varie goccioline convergono nel centro riunificandosi e creando una unica chiazza galleggiante.

Se sei donna

di Mila Spicola

Tre donne siciliane che hanno fatto la Storia

Conosciamo in tanti la storia di Franca Viola, di Alcamo, che nel 1968, appena diciottenne, sostenuta dalla sua famiglia, rifiutò un matrimonio riparatore, diventando un simbolo della crescita civile dell'Italia nel secondo dopoguerra e dell'emancipazione delle donne italiane.

Fenomeno serie tv

di Michele Lombardo

Remake e Reboot: un fenomeno in crescita

Non è certo un fenomeno nuovo, ma negli ultimi anni con l'avvento delle piattaforme streaming e il conseguente aumento della produzione di serie tv, i remake e i reboot ( in italiano rifacimento e riavvio) sono diventati molto frequenti. La differenza tra i due termini è sostanziale:

In Primis la Sicilia

di Maurizio Scaglione

Vota e fai votare…. ma pensa con la tua testa

Vi ricordate quando, parliamo anni 60 e 70 , durante il periodo elettorale,  passavano per i quartieri le vecchie Fiat 600 con il megafono montato nel portabagagli sul tetto e gridavano con voce decisa, vota e fai votare Pinuccio Tal dei tali, per il tuo futuro , per il futuro dei tuoi figli, per il lavoro

Fuori dal coro

di Pietro Busetta

Il colpo di mano sull’autonomia differenziata

Subdolamente con un inserimento nella legge di bilancio sta passando l’autonomia differenziata. Si tratta di un collegato alla legge di bilancio fatto passare nella notte che sta riportando il tema dell’autonomia in corsa per essere approvato.

Alpha Tauri

di Manlio Orobello

Il Re traditore

Il 2 giugno 1946, con la proclamazione della Repubblica Italiana veniva scritta la parola fine alla monarchia e con essa alla guida dello stato  da parte della casa Savoia.

Blog

di Alberto Di Pisa

Democrazia diretta e indiretta

Di recente Grillo ha dichiarato di non credere in una forma di rappresentanza parlamentare ma nella democrazia diretta citando in proposito il referendum come il massimo dell’espressione democratica.